video suggerito
video suggerito
Separazione Francesco Totti-Ilary Blasi

La vera storia della maglia “6 unica” di Totti per Ilary: “Mi arriva un messaggio, è il gelo”

Dietro la celebre esultanza di Francesco Totti per Ilary Blasi, con la maglia “6 unica” mostrata nel derby con la Lazio dopo uno dei suoi gol più belli, si nascondono i retroscena dell’inizio della loro storia d’amore.
A cura di Fabrizio Rinelli
3.627 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

"Quando ho visto Ilary in tv ho detto: ‘Quella è a'donna della vita mia e me la devo sposà'". Ilary Blasi era ancora agli esordi come ‘Letterina' quando Francesco Totti, capitano della Roma a 25 anni, rimase folgorato davanti allo schermo. Fu come un colpo di fulmine. Sembra trascorso un secolo da allora se pensiamo che solo qualche ora fa una delle coppie più amate dagli italiani ha annunciato la propria separazione con un comunicato congiunto. E pensare che l'ex capitano della Roma, come raccontato nella serie tv Netflix, ‘Mi chiamo Francesco Totti', descrisse per filo e per segno ogni attimo di quella storia d'amore. Il connubio calciatore-letterina era quasi una moda nei primi anni 2000 ma fra Totti e la Blasi fu subito amore vero.

Proprio l'inizio della loro storia, è legato a un episodio che a Roma, soprattutto i tifosi giallorossi, ricordano alla perfezione. Era la stagione 2001/2002 e la squadra allenata da Fabio Capello, fresca di Scudetto vinto solo l'annata precedente con il trionfo all'Olimpico del 17 maggio 2001, voleva tentare il bis. E così in un infuocato derby di primavera contro la Lazio, la vittoria sarebbe valsa il doppio. Da qualche mese Totti infatti frequentava proprio Ilary, ma non erano ancora fidanzati, solo amici. La sorella della showgirl infatti riuscì a farli mettere in contatto poiché conosceva un amico di Totti. "Vieni pure te a vedere il derby dal vivo – fu l'invito di Totti a Ilary raccontato all'interno della serie tv – Non era mai stata allo stadio". Da lì si può dire che ha inizio la storia d'amore tra Totti ed Ilary.

Ilary con la maglia "6 unico" nel giorno dell'addio al calcio di Totti
Ilary con la maglia "6 unico" nel giorno dell'addio al calcio di Totti

Alla vigilia del derby, però, sul telefono di Totti arriva una brutta notizia: "Il sabato sera la sorella mi scrive un messaggio dicendomi che Ilary forse non poteva venire. Per me è il gelo, perché avevo preparato una maglia speciale per lei all’insaputa di tutti. – raccontò Totti in un'intervista a Verissimo – Con i miei amici decisi di scrivere la frase ‘Sei unica’ anche se non eravamo mai usciti insieme e non c’era mai stato un bacio". Ma quella notizia aveva lanciato Totti nello sconforto: "Quando seppi che non poteva venire, non dormii tutta la notte e pensai che il destino era contro". Ma il destino invece aveva altri piani per Totti.

La domenica successiva, il giorno del derby, l'ex capitano giallorosso era impaziente, sperava ancora che Ilary potesse ripensarci in qualche modo: "Pranzai con il telefonino vicino – aggiunse nel suo racconto a Verissimo affermando come avesse scritto un messaggio a Ilary non ricevendo risposta – Alle 13.30 mi scrisse ‘sono sul treno e sto venendo a vedere la partita’". Totti è euforico e non riesce a trattenere l'emozione che inevitabilmente lo carica alla perfezione per una partita così importante come il derby: "Zompai sul letto come un bambino, sembravo uno stupido. Sembrava che avessi visto la Madonna". 

Totti e Ilary in una delle prime foto insieme
Totti e Ilary in una delle prime foto insieme

La sera del 10 marzo del 2002 va in scena così una dei capitoli più importanti della carriera di Francesco Totti e inevitabilmente anche della sua vita privata. La maglietta preparata con i suoi amici era pronta, l'ha indossata coprendolo con la divisa giallorossa con cui è sceso in campo con tanto di fascia di capitano al braccio. Scambio di sguardi con Nesta prima di iniziare la partita e via al suo show personale. Totti quella sera riuscì a mettere a segno ben tre assist esaltando la classe e la fantasia di uno come Vincenzo Montella che di gol in quella partita ne realizzò quattro schiantando una Lazio a dir poco tramortita.

Ilary era in tribuna insieme a sua sorella e agli amici di Totti. Mancava solo la ciliegina sulla torta dopo i primi quattro gol che avevano trafitto il povero Angelo Peruzzi in porta. Il capitano però non riusciva a mettere la palla in rete, ci aveva già provato nel primo tempo ma senza trovare fortuna e nella ripresa il tempo scorreva inesorabile verso la fine. 

"Se non avessi fatto gol nessuno l'avrebbe vista" racconta Totti nel corso della serie tv. "Dopo aver fatto tre assist mi chiesi: ‘Guardo se non la tiro fori sta maglietta stasera'". E invece al minuto 72 Totti riceve una palla illuminante proprio da Montella che gli ricambia il favore: da lì il capitano non poteva sbagliare.

Totti si trova praticamente fuori area, distante anche dalla lunetta che delimita l'area di rigore. Guarda per un attimo Peruzzi, nota che l'estremo difensore della Lazio era fuori dai pali e decide di fare un pallonetto che scriverà per sempre la storia del calcio. La palla finisce in rete tra lo stupore generale dei sostenitori della Lazio e soprattutto quelli della Roma increduli di fronte alla magia del proprio capitano. "Un gol tra i più belli fatti in carriera – dirà poi Totti – Alzai la maglia della Roma e misi in mostra la maglietta che avevo preparato: ‘Sei unica'".

Il momento in cui dal piede di Totti parte il pallonetto del gol alla Lazio
Il momento in cui dal piede di Totti parte il pallonetto del gol alla Lazio

Totti aveva raggiunto il suo scopo. Aveva cercato quel gol e l'ha poi trovato nella maniera più bella, diversamente non poteva fare. "Forse se non avessi segnato neanche mi sarei messo con Ilary dopo" aggiunge nel suo racconto all'interno della sua serie tv. Quella partita terminerà 5-1 per la Roma, i giallorossi chiuderanno poi la stagione al secondo posto con 70 punti, uno in meno della Juventus campione d'Italia che in quel rocambolesco 5 maggio, proprio all'Olimpico, si fece superare dalla Lazio perdendo incredibilmente il tricolore. Ma soprattutto, Totti e Ilary Blasi saranno una delle coppie più solide del mondo dello spettacolo: "Il destino è questo, c'è tutto scritto…".

3.627 CONDIVISIONI
206 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views