28 Novembre 2021
13:23

La simulazione più penosa della storia è in finale di Libertadores: non si accorge che è l’arbitro

È stata una notte da ricordare per l’attaccante del Palmeiras Deyverson, autore del gol che nei supplementari ha dato alla squadra paulista il trionfo in Copa Libertadores. Ma lo stesso giocatore verrà ricordato anche per una figuraccia pazzesca…
A cura di Paolo Fiorenza

La Copa Libertadores del 2021 è andata al Palmeiras di capitan Felipe Melo, che battendo in finale il Flamengo ha centrato uno storico bis dopo aver già trionfato nella scorsa edizione. Il match, disputatosi allo stadio Centenario di Montevideo, si è deciso ai supplementari, dopo che i tempi regolamentari erano terminati sul punteggio di 1-1 in virtù della rete iniziale di Raphael Veiga per il Verdão e del gol del pari siglato da Gabigol per il club carioca. Nel prolungamento della gara, ha deciso al 95′ la rete messa a segno da Deyverson, che ha approfittato di un clamoroso errore in possesso palla della retroguardia del Flamengo per involarsi verso Diego Alves e farlo secco col tiro mancino.

Lo stesso 30enne attaccante peraltro si era reso protagonista – a pochi secondi dalla fine del terzo minuto di recupero concesso nei tempi supplementari – di una delle più penose simulazioni mai viste su un campo di calcio, ‘interpretata' con l'evidente scopo di rubacchiare anche quegli ultimi istanti rotolandosi a terra e arrivando senza ulteriori problemi al fischio finale.

Il problema per il piano di Deyverson è stato che l'attaccante del Palmeiras, in piena trance agonistica e sentendo ormai ad un passo il momento del trionfo, non ha realizzato che quel leggerissimo tocco alle sue spalle – che lui ha trasformato in una mazzata che lo ha fatto crollare moribondo al suolo – lo aveva ricevuto non già da un giocatore del Flamengo come lui pensava, ma dall'arbitro del match, l'argentino Nestor Pitana. Il 46enne fischietto, protagonista di un'eccellente direzione di gara, ha immediatamente invitato Deyverson a rialzarsi ed il tutto si è concluso soltanto con una figuraccia per il giocatore brasiliano, che tra qualche anno magari ci scherzerà su mentre racconterà a figli e nipoti di quando decise la Copa Libertadores con un gol ai supplementari…

Galeotta fu l'espulsione: l'arbitra e il calciatore si mettono insieme dopo la partita
Galeotta fu l'espulsione: l'arbitra e il calciatore si mettono insieme dopo la partita
Muriel tocca il pallone col braccio e segna, per l'arbitro il gol è buono: lo dice la regola
Muriel tocca il pallone col braccio e segna, per l'arbitro il gol è buono: lo dice la regola
Da 2-1 a 1-2, il Milan crolla contro lo Spezia: l’errore dell’arbitro Serra cambia tutto
Da 2-1 a 1-2, il Milan crolla contro lo Spezia: l’errore dell’arbitro Serra cambia tutto
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni