5 Agosto 2022
11:57

La Premier League è il campionato più bello del mondo, ma snobba i calciatori italiani

In questo weekend inizia la Premier League 2022-2023. Quello inglese è il campionato più bello del mondo, ci giocano i calciatori migliori, che provengono da ogni parte del mondo. Ma gli italiani sono pochissimi.
A cura di Alessio Morra

Nel weekend inizia la Premier League, che ormai da decenni è il campionato più bello e competitivo del mondo. Questo titolo un tempo apparteneva alla Serie A, che poteva vantare i migliori calciatori del pianeta. Ma ormai il calcio italiano, nonostante il successo agli Europei, vive da tempo una fase di declino, e la conferma di ciò è data proprio dal movimento calcistico inglese che punta su campioni veri e snobba i calciatori italiani, ma non gli allenatori – Conte guida gli Spurs ed è uno dei tanti che ha trionfato dal 2010 in poi.

La Premier League è l'unico campionato al mondo in cui realmente tante squadre hanno la possibilità di vincere qualcosa di importante. Manchester City e Liverpool hanno dominato le ultime stagioni, con un gioco splendido, giocatori formidabili e due allenatori che fanno già parte della storia del calcio, da tempo: Klopp e Guardiola. Il City ha vinto quattro degli ultimi cinque campionati, i Reds hanno conquistato l'altro, ma in compenso in questo lasso di tempo hanno conquistato tutti i trofei possibili, l'ultimo la Community Shield.

Erling Haaland è l’acquisto top del mercato del Manchester City.
Erling Haaland è l’acquisto top del mercato del Manchester City.

Il Chelsea è un filo dietro, perché ha uno stile di gioco che a tratti è più farraginoso e considerato che servono oltre 90 punti per vincere il titolo un pareggio casalingo equivale a una mezza sconfitta. Poi formano un bel terzetto il Tottenham di Antonio Conte, ricco di campioni e rinforzatosi tanto sul mercato, l'Arsenal, che pare aver trovato la quadratura con un paio di colpi importanti, e il Manchester United, che è sempre alle prese con il futuro di Cristiano Ronaldo ma che ha soprattutto puntato su un tecnico di valore come Erik ten Hag, che proverà a ricopiare il modello Ajax a Old Trafford.

Antonio Conte vivrà la sua prima stagione intera con il Tottenham, che ha preso in corsa lo scorso dicembre.
Antonio Conte vivrà la sua prima stagione intera con il Tottenham, che ha preso in corsa lo scorso dicembre.

Poi ci sono una serie di squadre ambiziose che proveranno a inserirsi per un posto in Europa, a cominciare dal West Ham che con Moyes prima ha ottenuto una salvezza incredibile e poi si è qualificata per due volte per le coppe europee. Ma oltre agli Hammers sperano nel colpo grosso anche il Wolverhampton, squadra ostica per tutti, e soprattutto l'ambizioso e ricco Newcastle, che grande oculatezza e tanta intelligenza sta migliorando la rosa di Eddie Howe.

Ma la bellezza della Premier League è data anche da quelle squadre che hanno come obiettivo massimo la salvezza, ma che sono pronte a battere chiunque, pure perché hanno allenatori di livello e giocatori importanti in rosa, si pensi per esempio all'Aston Villa guidato da Gerrard che in porta ha Martinez, che difenderà i pali dell'Argentina ai Mondiali. E quest'anno tra le grandi c'è anche il Nottingham Forest, una delle squadre mitiche.

Mohamed Salah ha vinto tutto ciò che poteva con il Liverpool, e va a caccia dell’ennesimo record.
Mohamed Salah ha vinto tutto ciò che poteva con il Liverpool, e va a caccia dell’ennesimo record.

Snocciolare l'elenco dei campioni della Premier League è quasi stucchevole. Basta citare, oltre a Ronaldo, Haaland, i portieri Alisson ed Ederson, le stelle della nazionale inglese come Kane, Alexander-Arnold, Sterling, il neo-acquisto del Chelsea Koulibaly. E ovviamente come dimenticare Salah, che sta scrivendo la storia del Liverpool, De Bruyne, premiato più volte come miglior giocatore del campionato.

Dimenticare qualcuno è troppo facile. Giocatori pescati da ogni angolo del mondo, ma pochissimo dall'Italia. Il mercato è ancora in corso, e qualcosa potrebbe cambiare, ma intanto il dato è tremendo per il nostro pallone. Perché il tricolore in Premier League svetta solo al Chelsea con Jorginho, che è uno degli intoccabili, e al West Ham che ha aggiunto in rosa Scamacca e che da anni ha il difensore Ogbonna. Poi tecnicamente ci sono anche Emerson Palmieri e Cutrone, che però potrebbero cambiare aria in questo mese di agosto.

Angelo Ogbonna è da tempo una bandiera del West Ham.
Angelo Ogbonna è da tempo una bandiera del West Ham.

Proprio l'esiguo numero di ‘italiani' fa capire quanto sia poco considerato il calcio italiano, basta pensare a quanto spendono le società inglesi hanno grandi possibilità economiche e che pescano da ogni angolo del mondo e che in questo momento storico raramente puntano su calciatori italiani, mentre quelli della Serie A fanno sempre gola, basta pensare pure ai colpi Kulusevski e Perisic, di questo 2022.

Kulusevski dominante in Premier League col Tottenham: Conte ha trovato la formula magica
Kulusevski dominante in Premier League col Tottenham: Conte ha trovato la formula magica
I calciatori in Premier smetteranno di inginocchiarsi contro il razzismo: un gesto svuotato
I calciatori in Premier smetteranno di inginocchiarsi contro il razzismo: un gesto svuotato
Koulibaly si presenta a Stamford Bridge con un gol strepitoso in Chelsea-Tottenham
Koulibaly si presenta a Stamford Bridge con un gol strepitoso in Chelsea-Tottenham
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni