Sorridente, entusiasta e voglioso di iniziare. Sono state queste le sensazioni che ha trasmesso ai presenti Alvaro Morata una volta atterrato all'aeroporto di Caselle di Torino. È arrivato intorno all'una di notte accompagnato da tutta la sua famiglia che da sempre non ha mai nascosto il desiderio di fare ritorno in Italia. Ad attenderlo c'era la macchina della Juventus con il team manager bianconero Fabris e un gruppo di tifosi juventini che ha inevitabilmente filmato l'arrivo e scattato foto all'attaccante ormai prossimo a vestire la maglia della Juventus.

Già poche ore prima del suo arrivo a Torino, dalla Spagna erano giunte le immagini di un Morata in auto che correva di corsa verso la sua nuova destinazione. Troppo forte la voglia di tornare alla Juventus, il richiamo dei bianconeri, del suo ex compagno di squadra, Andrea Pirlo e del popolo bianconero che non ha mai nascosto un briciolo di amarezza quando l'ha visto andare via dalla Juventus qualche anno fa. Oggi sosterrà le visite mediche prima di mettere nero su bianco sul suo nuovo contratto che lo legherà al club bianconero.

Morata è arrivato a Torino in tarda notte

La Juventus ha voluto subito postare sul proprio account Twitter le foto e il video dell'arrivo di Alvaro Morata a Torino. Evidentemente era tanta la voglia dei bianconeri di riabbracciare uno dei giocatori più apprezzati dal popolo bianconero per comportamento, impegno e dedizione. Tanti sorrisi, entusiasmo e voglia di rimettersi in gioco e di farsi guidare dal suo ex compagno di squadra, Andrea Pirlo, oggi tecnico dei bianconeri.

L'accordo tra Juventus e Atletico Madrid si basa su un prestito oneroso a 9 milioni di euro, diritto di riscatto fissato a 45 milioni di euro e la possibilità di rinnovare il prestito per un altro anno. Nel caso in cui, infatti, i bianconeri dovessero esercitare l'opzione del prolungamento del prestito per un'altra stagione, allora il costo dell'operazione del prestito sarebbe di ulteriore 10 milioni con riscatto fissato a 35 milioni.