75 CONDIVISIONI

Joselu a porta vuota va in blocco totale e non spinge il pallone in rete: tifosi del Real allucinati

Durante Cadice-Real, l’attaccante madridista Joselu si è completamente paralizzato ad un passo dalla porta, non spingendo il pallone nella porta vuota. Una scena diventata virale, che ha provocato i commenti basiti dei tifosi del Real: “Poteva segnare sdraiato”.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Sport Fanpage.it
A cura di Paolo Fiorenza
75 CONDIVISIONI
Immagine

Vincendo 3-0 a Cadice, il Real Madrid si è riportato in testa alla classifica della Liga sorpassando il Girona, sorprendente capolista che tuttavia deve ancora giocare nel posticipo. La squadra di Ancelotti, impegnata mercoledì in Champions contro il Napoli, è andata a segno due volte con Rodrygo e poi col solito Bellingham, arrivato a quota 14 in 15 partite stagionali. Alla festa si sarebbe potuto unire anche Joselu, ma l'esperto attaccante – che è in prestito annuale dall'Espanyol – si è incredibilmente bloccato quando doveva solo spingere il pallone nella porta vuota, ad un passo dalla linea.

Dopo la partenza di Benzema, il 33enne nazionale spagnolo è l'unico centravanti di ruolo presente nella rosa dei Blancos, in un attacco pieno di fantasisti ed esterni. Autore di 5 reti finora, Joselu avrebbe potuto arrivare a 6 senza alcuno sforzo, eppure al momento del dunque il suo piede si è paralizzato. È successo quando Rodrygo si è trovato tutto solo davanti al portiere del Cadice Conan Ledesma. Il giocatore brasiliano a quel punto ha toccato il pallone col destro, scavalcando l'estremo e facendo arrivare la sfera nella piena disponibilità dell'accorrente Joselu, che doveva solo dargli l'ultimo tocco per infilarlo in porta.

Ed invece lo spagnolo ha lasciato scorrere il pallone sul fondo, facendo un gesto con le mani ad indicare che apposta non lo stava toccando e neanche partecipava all'azione. Evidentemente Joselu pensava di essere in fuorigioco, ma non lo era, come si può vedere dai replay. Ma in ogni caso, con la palla che stava andando chiaramente fuori, non c'era nessun motivo per non toccarla, demandando poi al VAR il valutare se fosse o meno in offside.

Secondo qualcun altro, l'attaccante iberico riteneva forse che Rodrygo sarebbe potuto arrivare sulla palla e spingerla lui stesso in rete: dunque non voleva togliergli la marcatura, ma nel vedere le immagini sembra palese che nel momento in cui la sfera gli passa davanti sia lui l'unico a poter intervenire. D'altro canto il brasiliano non avrebbe mai ostacolato il compagno, che vedeva tutto solo davanti alla porta con la più facile delle occasioni. Morale della storia: uno dei gol mangiati più assurdi di sampre.

Joselu è dietro la linea del pallone al momento del tocco di Rodrygo, quindi in gioco
Joselu è dietro la linea del pallone al momento del tocco di Rodrygo, quindi in gioco

I tifosi del Real Madrid sono rimasti comprensibilmente basiti per l'esito dell'azione e per la condotta di Joselu: "Non riesco ancora a capire perché non abbia toccato la palla, si è bloccato in tempo reale", "Poteva segnare sdraiato e ha scelto di lasciarla dando per scontato che fosse in fuorigioco", "Mai visto un regalo così prima di oggi" sono stati alcuni dei commenti. Fortunatamente per Joselu e per il Real, la surreale vicenda non è stata sanguinosa ai fini dell'esito finale del match: un 3-0 che è l'undicesimo risultato utile consecutivo per la squadra di Ancelotti.

75 CONDIVISIONI
Hazard ha spiegato cosa c'è dietro al fallimento al Real: "Chiedevo di non passarmi la palla"
Hazard ha spiegato cosa c'è dietro al fallimento al Real: "Chiedevo di non passarmi la palla"
Ancelotti rivela la sfida più difficile della sua carriera: "Non pensavo che sarei arrivato al 2000"
Ancelotti rivela la sfida più difficile della sua carriera: "Non pensavo che sarei arrivato al 2000"
Real Madrid-Atletico Madrid dove vederla in TV e streaming: orario e formazioni della partita
Real Madrid-Atletico Madrid dove vederla in TV e streaming: orario e formazioni della partita
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni