187 CONDIVISIONI
15 Novembre 2020
23:38

Javier Mascherano si ritira dal calcio giocato: “È ora di chiudere la mia carriera”

Javier Mascherano ha annunciato il suo ritiro dal calcio. Il 36enne centrocampista dell’Estudiantes La Plata ha tenuto una conferenza stampa dopo la sconfitta del club presieduto da Juan Sebastian Veron contro l’Argentinos Juniors e ha dichiarato: “Voglio annunciare che mi ritiro dal calcio, voglio ringraziare questo club che mi ha dato l’opportunità di finire la mia carriera in Argentina”.
A cura di Vito Lamorte
187 CONDIVISIONI

Javier Mascherano ha annunciato il suo ritiro dal calcio. Il 36enne centrocampista dell'Estudiantes La Plata lo ha annunciato dopo la sconfitta del Pincha contro l'Argentinos Juniors, 1-0, terzo appuntamento della Zona 5 della Copa de la Liga Profesional. Dopo Fernando Gago anche il calciatore della provincia di Santa Fé ha deciso di dire basta.

Accompagnato dall'allenatore Leandro Desábato, El Jefecito ha parlato in conferenza stampa della sua scelta: "Voglio annunciare che oggi mi ritiro dal calcio professionistico, voglio ringraziare questo club che mi ha dato l'opportunità di finire la mia carriera in Argentina. È ora di terminare la carriera, per le sensazioni che ho, per le cose che mi sono successe in questi mesi a livello personale e dopo averci pensato per tutto questo tempo ho deciso di chiudere qui". 

Mascherano era tornato in Argentina all'inizio dell'anno dopo aver giocato in Cina: la sua esperienza all'Estudiantes è stata breve anche a causa della pandemia Covid-19 che gli ha impedito di giocare il numero di partite che voleva e ha raccolto appena undici presenze tra campionato e Copa Argentina.

Il centrocampista nato a San Lorenzo ha iniziato la sua carriera nel River Plate per poi trasferirsi al Corinthians in Brasile. Dopo è arrivato il grande salto in Europa, dove ha militato brillantemente al West Ham United, al Liverpool e al Barcellona. Nella squadra catalana ha vinto 18 titoli, tra cui due Champions League e due Coppe del mondo per club.  È stato molto apprezzato prima da Rafa Benitez, a cui lo stesso calciatore ha riconosciuto i meriti della sua maturazione calcistica, e poi da Pep Guardiola.

Con la Seleccìon argentina è stato vicecampione del mondo nel 2014 e vicecampione dell'America Latina in quattro occasioni (2004, 2007, 2015 e 2016) ma ha partecipato anche a due Olimpiadi, nel 2004 e nel 2008, vincendole entrambe. È il calciatore con il maggior numero di partite (147) nella storia della sua nazionale.

187 CONDIVISIONI
Totti contro la Lazio finisce in rissa davanti a 100 bambini: "Capitan rosicamento"
Totti contro la Lazio finisce in rissa davanti a 100 bambini: "Capitan rosicamento"
L'ultima sfida di Chiellini in caso di addio alla Juve: due squadre pronte ad accontentarlo
L'ultima sfida di Chiellini in caso di addio alla Juve: due squadre pronte ad accontentarlo
Lyons ha dato tutto per il calcio, ora ha la demenza: "E pensare che mi piaceva colpire di testa"
Lyons ha dato tutto per il calcio, ora ha la demenza: "E pensare che mi piaceva colpire di testa"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni