Ivan Juric e l'Hellas Verona avanti fino al 2023. Intesa di massima fra il tecnico e la società scaligera, così come annunciato sul profilo ufficiale Twitter della società. Juric era infatti seguitissimo da diversi club di Serie A che avrebbero voluto l'allenatore croato sulla propria panchina. In primis la Fiorentina che nonostante i buoni risultati delle ultime giornate offerti da Iachini, aveva scelto proprio Juric come successore sulla panchina Viola. Prima dell'exploit definitivo di Gattuso, anche il Napoli aveva pensato a lui ma poi ‘Ringhio' ha fatto valere la sua professionalità portando risultati importanti a Napoli con tanto di conquista della Coppa Italia.

Juric e il Verona avanti fino al 2023

La notizia dell'accordo fra Ivan Juric e l'Hellas Verona circa il suo rinnovo contrattuale sulla panchina degli scaligeri, non avrà di certo fatto piacere alla Fiorentina. Un accordo fino al 2023 che chiude, di fatto, al tecnico di Spalato, definitivamente le porte della Viola. Juric quest'anno, sulla panchina del Verona, ha conquistato, al momento, al bellezza di 45 punti salvando la Serie A con largo anticipo e sfiorando anche l'Europa League. Solo una breve e comprensibile flessione nel post lockdown ha sbarrato la strada europea all'Hellas che comunque grazie al suo allenatore, ha dimostrato di avere davvero delle qualità importanti.

Juric ha il merito di aver dato valore a diversi profili, perfetti sconosciuti inizialmente, trasformati in giocatori molto interessanti. A partire da Amrabat, ceduto proprio alla Fiorentina, fino ai vari Zaccagni, Pessina e Verre che, alternandosi, hanno spesso giocato anche come punta in un 4-3-3 senza di fatto un attaccante di ruolo. Senza dimenticare la valorizzazione totale di Kumbulla cresciuto proprio nel settore giovanile del Verona e oggi desiderio di mercato delle big italiane.