E' già pronto Christian Eriksen, il danese arrivato dal Tottenham e che rappresenta il fiore all'occhiello del mercato invernale dell'Inter. Antonio Conte ha avuto il suo centrocampista per aumentare il peso specifico della mediana e poter usufruire di diverse soluzioni tattiche. L'amato 3-5-2, con Eriksen interno di centrocampo potrebbe anche usufruire delle qualità dell'ex Spurs come trequartista, ruolo in cui gioca in nazionale, per aumentare la forza offensiva. Intanto, Eriksen dopo visite e firma è già sceso in campo, sul terreno di Appiano Gentile, in attesa di farlo ufficialmente con molta probabilità contro l'Udinese domenica sera.

Sotto esame, Conte lo testa in allenamento

La palla è passata in mano ad Antonio Conte che dovrà gestire le prime uscite del giocatore senza responsabilizzarlo oltre e senza chiedergli l'impossibile. Eriksen arriva da Londra in forma, con il Tottenham ha giocato con regolarità anche se ultimamente spicchi di partita e non con un rendimento costante. A distrarlo, parole anche di Josè Mpurinho, le insistenti voci di mercato che lo volevano a Milano. Adesso, raggiunto l'obiettivo, la concentrazione è tutta al campo e Conte lo ha già testato in allenamento. C'è da affinare il prima possibile l'intesa con la squadra e poi isolarlo dalle tante aspettative attorno a lui.

Il ‘bagno' di San Siro, il debutto – forse – alla Dacia Arena

Contro la Fiorentina in Coppa Italia, Eriksen non giocherà è meglio che continui gli allenamenti e il percorso che lo integri al meglio e il prima possibile. Nessuna accelerazione senza motivo. Ad attenderlo c'è il campo della Dacia Arena in Friuli, dove potrebbe fare il proprio debutto ufficiale e – soprattutto – il derby contro il Milan rinato di Pioli, gara in cui sarà chiamato a fare la differenza. Intanto, ci sarà il classico ‘bagno' di folla di San Siro. In occasione del quarto di finale contro i viola, Eriksen sarà allo stadio e sarà salutato dai suoi nuovi tifosi nerazzurri.