15 Ottobre 2021
18:45

Il retroscena dopo il rinnovo di Pedri: “Senza di noi avrebbe giocato in terza serie”

Pedri è diventato il primo giocatore al mondo ad aver firmato una clausola rescissoria pari a 1 miliardo di euro. Il suo rinnovo contrattuale con il Barcellona è stato firmato fino al 30 giugno 2026. Motivo di grande orgoglio per il presidente Laporta anche se c’è chi si prende tutti i meriti: “Se non fosse stato per noi avrebbe giocato in terza serie”.
A cura di Fabrizio Rinelli

In Spagna si parla solo di Pedri. Dopo l'esplosione con il Barcellona in Liga, gli Europei giocati con la nazionale di Luis Enrique e le Olimpiadi di Tokyo, il giocatore aveva deciso di iniziare subito la preparazione con i catalani per la nuova stagione senza andare in vacanza. Atteggiamento da vero professionista nonostante abbia solo 18 anni (classe 2002). Oggi è arrivata l'ufficialità del suo rinnovo contrattuale fino al 2026 con una clausola rescissoria record nel mondo del calcio pari a 1 miliardo di euro. La sua esplosione è arrivata all'improvviso, così come il suo approdo al Barcellona, in sordina, come qualsiasi altro giovane acquistato dal club catalano negli anni.

Ma Pedri aveva qualcosa in più rispetto ai propri coetanei, proprio come confermato dallo stesso presidente Joan Laporta nel corso della conferenza stampa odierna: "Vale molto più di quella clausola". Pedri era stato acquistato dal Barcellona a settembre del 2019 quando il giocatore arrivò dal Las Palmas per una cifra complessiva pari a 17 milioni di euro. Il passaggio alla prima squadra catalana è avvenuto però solo a partire dalla stagione scorsa in cui ha totalizzato 52 presenze complessive con tanto di 4 gol e 6 assist sommando tutte le competizioni. Un cammino esaltante per un ragazzo che ha inorgoglito anche lo stesso presidente del Las Palmas, Miguel Ángel Ramírez, che a ‘Marca' ha sottolineato alcuni retroscena riguardanti il giocatore e il suo passaggio al Barcellona.

Il presidente del club ha parlato di Pedri come di un giocatore sui cui puntava molto il Las Palmas. La sua cessione è arrivata dopo alcuni sondaggi con alcuni dei più grandi club spagnoli anche se la classe del giocatore non è mai stata messa in discussione. Lo stesso presidente Ramirez rivela: "Pedri è stata una nostra scommessa altrimenti oggi giocherebbe nella terza serie spagnola". Prima del Barcellona c'è stato chi ha rifiutato il giocatore: "L'avevamo prima proposto al Real Madrid che però non l'ha voluto mettere alla prova – ha detto – Poi è arrivato il Barcellona". I catalani in questo momento hanno pagato solo 13 milioni di euro al Las Palmas: "Otterremo altri 5 milioni quando giocherà un'altra partita per arrivare a 17 milioni di euro che è la cifra complessiva del suo trasferimento al Barcellona".

Insigne scioccato dalla proposta del Napoli: "In 16 anni mai vista un'offerta di rinnovo così"
Insigne scioccato dalla proposta del Napoli: "In 16 anni mai vista un'offerta di rinnovo così"
La classifica dopo la 12^ giornata di Serie A
La classifica dopo la 12^ giornata di Serie A
Aguero costretto al ritiro immediato: si arrende ai problemi al cuore, addio al calcio
Aguero costretto al ritiro immediato: si arrende ai problemi al cuore, addio al calcio
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni