L'affare è quasi fatto. Zlatan Ibrahimovic ha detto sì al Milan. L'attaccante svedese entro venerdì chiuderà ogni dettaglio e firmerà per il club rossonero, che aveva lasciato nel 2011. Ibra già lunedì prossimo dovrebbe arrivare in Italia e raggiungerà i compagni di squadra a Milanello, la notizia l'ha rivelata Gianluca Di Marzio.

Affare fatto. Ibra torna al Milan

Il giocatore svedese dopo aver sfogliato a lungo la margherita ha accettato la proposta del Milan. Il giocatore aveva ricevuto tante offerte (si era parlato di Bologna, Napoli e Everton), ma alla fine ha deciso di tornare a vestire la maglia rossonera. I dirigenti rossoneri hanno trovato l'accordo con il suo agente Mino Raiola. Ibrahimovic firmerà un contratto di soli sei mesi, con rinnovo legato a determinate condizioni. Nelle prossime ore arriverà l'ufficialità e la settimana prossima Ibrahimovic verrà presentato ufficialmente.

Ibrahimovic, le stagioni in Serie A e lo scudetto con il Milan

La Juventus lo portò in Italia nell'estate del 2004. Ibra in Serie A ci ha giocato per sette stagioni, non consecutive perché tra le esperienze italiane c'è un'annata con il Barcellona. Con la Juve vinse due scudetti, poi cancellati dalla giustizia sportiva, nel 2006 passò all'Inter, conquistò tre scudetti, ma andò via nell'anno del ‘triplete'. Una beffa. Nel 2010 firmò per il Milan, e pure con i rossoneri vinse lo scudetto, nel 2012 passò al PSG. Pareva impossibile rivederlo in Serie A e invece dopo sette anni e mezzo Zlatan è pronto a tornare.

Come giocherà Ibra con il Milan

Adesso il tecnico Pioli avrà molta abbondanza in avanti. Ibrahimovic è una punta centrale e nel 4-3-3 si porrà al centro dell'attacco. Piatek rischia di finire in panchina, mentre Leao probabilmente verrà spostato sulla fascia, altrimenti non avrà molte possibilità di giocare. Ma bisogna anche capire in condizioni arriverà Ibrahimovic, che non gioca da metà ottobre e che nelle ultime due stagioni ha giocato negli Stati Uniti.