Il Real Madrid ha appena comunicato che Florentino Pérez è risultato positivo al COVID-19 ma che è asintomatico. Il 73enne presidente dei Blancos non ha infatti sintomi ed è già isolato. Il club ricorda inoltre che i tamponi a cui è sottoposto l'intero gruppo squadra  sono fatti a cadenza regolare e proprio nell'ultimo test è stata confermata la positività del numero uno del club.

Florentino Perez affronterà ora una quarantena, sorvegliata da professionisti medici, nella speranza che i sintomi non compaiano o siano molto lievi. La positività del presidente del Real Madrid è arrivata proprio nel giorno in cui il suo allenatore Zinedine Zidane è tornato ad allenare la squadra dopo 11 giorni di assenza a causa del Covid a cui è risultato positivo lo scorso 22 gennaio. Qualche giorno prima, il 19 gennaio, ad essere risultato positivo al coronavirus era stato invece il tecnico del Real Madrid Castilla (la squadra B dei Blancos) Raul. E proprio quel giorno Perez aveva fatto la sua ultima visita in Italia, a Torino, dove è sto ospite della Juventus Andrea Agnelli con il quale ha trascorso l'intera giornata per parlare dell'ipotesi Superlega Europea e di mercato.

Al momento dunque sono due gli uomini della società madrilena ad essere positivi al Covid-19. Oltre al presidente infatti è attualmente in isolamento anche il difensore Nacho Fernandez risultato positivo lo scorso 25 gennaio. Coronavirus permettendo Florentino Perez dovrà tornare in Italia il prossimo 24 febbraio quando il suo Real Madrid dovrà affrontare a Bergamo l'Atalanta nell'andata degli ottavi di finale della Champions League.