Nelle scorse ore la Juventus ha messo a referto la prima operazione di mercato, se si esclude quella di Dejan Kulusevski, e dopo lo scambio con il Barcellona tra Arthur e PjanicFabio Paratici, direttore sportivo della squadra bianconera, ha parlato ai microfoni di Sky Sport del lavoro svolto pochi minuti prima della sfida contro il Genoa. Il Chief Football Officer della squadra bianconera si è soffermato sul lavoro fatto con il club spagnolo e del fatto che Pjanic sarebbe andato via solo per andare al Barça:

Il mercato è fatto di programmazione e di opportunità. Nello scambio Pjanic-Arthur c'è una buona parte di opportunità: è un ragazzo eccezionale, che per noi è stato molto importante. Quando c'è stata questa possibilità ci ha detto che stava benissimo alla Juve e l'unico club in cui sarebbe potuto andare per coronare la sua carriera è il Barcellona. Noi abbiamo trovato un giocatore che seguivamo da anni, da quando giocava in Brasile. E poi abbiamo realizzato un'ottima operazione a livello finanziario.

Intanto nel pomeriggio la Juventus ha messo a segno una nuova operazione in uscita. Dopo la cessione di Mavididi al Montpellier, il club bianconero ha ufficializzato lo scambio tra Felix Correia e Pablo Moreno con il Manchester City che Paratici ha commentato così: "Felix è un esterno di uno contro uno, ha grande talento e lo seguivamo da tempo. Per noi era più funzionale rispetto a Moreno per il progetto seconda squadre". 

Paratici: Dobbiamo cercare di vincere tutte le partite

Sempre nei minuti precedenti alla sfida di Marassi contro il Genoa di Davide Nicola, Fabio Paratici ha parlato anche della classifica e della volata finale in campionato: "Noi dobbiamo cercare di vincere tutte le partite, è come essere alla fine di una preparazione. Credo che in questo momento i giocatori abbiano più bisogno di giocare che di riposare".