Diego Armando Maradona morto a 60 anni
23 Febbraio 2021
19:38

Due nuove persone indagate nell’inchiesta sulla morte di Maradona

La procura di Sn Isidro, che ha aperto un’inchiesta sulla morte di Diego Armando Maradona, ha iscritto due persone nel registro delle persone indagate e hanno convocano una commissione medica per definire se ci sono state delle carenze mediche nelle cure del Pibe de Oro negli ultimi mesi della sua vita.
A cura di Vito Lamorte
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Diego Armando Maradona morto a 60 anni

La procura di San Isidro, che sta portando avanti un'inchiesta sulla morte di Diego Armando Maradona, ha convocato una commissione medica per il prossimo 8 marzo 2021 e, oltre a convocare nuovamente a testimoniare le figlie del Pibe de Oro, Jana e Gianinna; ha inserito due nuove persone nell'elenco delle persone indagate. I nomi nuovi fanno riferimento a Nancy Forlini, dirigente della compagnia assicurativa che si occupava della copertura delle spese mediche e cliniche dell'allenatore del Gimnasia y Esgrima La Plata; e Mariano Perroni, impiegato della società che gestiva il personale all'interno dell'abitazione dell'ex fuoriclasse (Medidom). Secondo quanto hanno riferito gli inquirenti queste due perone sarebbero responsabili delle carenze mediche, strumentali e di personale, che sono state registrate nella gestione del ricovero di Diego nella villa dove era stato portato dopo la dimissione dalla clinica dov'era stato operato per rimuovere un ematoma subdurale. Forlini e Perroni avrebbero indotto l'infermiera Dahiana Madrid, anche lei indagata, a dichiarare il falso nel primo interrogatorio, visto che la donna disse che Maradona rifiutava le visite necessarie per i parametri vitali e successivamente disse di non essere stata presente il giorno del decesso dell'ex capitano del Napoli.

Parteciperanno alla commissione medica esperti di psichiatria, neurologia, nefrologia, tossicologia, cardiologia e esperti legali: le conclusioni sono attese nel giro di 15 e 21 giorni dopo la convocazione della riunione. Il provvedimento è fondamentale e queste conclusioni consentiranno alla Procura di approdare a prime conclusioni sul caso che ha come principali imputati il ​​neurochirurgo Leopoldo Luque, ultimo medico personale di Maradona, e la psichiatra Agustina Cosachov.

I nuovi imputati, in totale sette, sono stati inseriti nella lista della procura a seguito dell'analisi dei telefoni e delle conversazioni di una chat chiamata "Tigre": in questo momento gli indagati sono Luque, Cosachov, Forlini, Perroni, gli infermieri Ricardo Almirón e Gisela Madrid e lo psicologo Carlos Díaz. I pubblici ministeri hanno nuovamente chiamato Jana Maradona per testimoniare giovedì e sua sorella Gianinna per venerdì prossimo.

308 contenuti su questa storia
A Napoli festa per inaugurare lo Stadio Maradona il 29 luglio: 500 bimbi formeranno Dios
A Napoli festa per inaugurare lo Stadio Maradona il 29 luglio: 500 bimbi formeranno Dios
Cosa è la Copa Maradona e perché c'è la possibilità che si giochi a Napoli
Cosa è la Copa Maradona e perché c'è la possibilità che si giochi a Napoli
L'uomo che possiede la maglia più iconica di Maradona: “Non potevo crederci”
L'uomo che possiede la maglia più iconica di Maradona: “Non potevo crederci”
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni