Gigi Di Biagio resterà o meno alla SPAL anche nella prossima stagione? Ci ha pensato il diretto interessato a fare chiarezza sul suo futuro, nell'incontro con la stampa al termine del match tra gli estensi e la Fiorentina. L'ex commissario tecnico della Nazionale Under 21 arrivato a Ferrara per sostituire Leonardo Semplici ha formalizzato l'addio ai biancocelesti che dunque non guiderà nel prossimo campionato di Serie B.

Contro la Fiorentina, la SPAL ha trovato l'ennesima sconfitta stagionale. Un'annata da dimenticare per la formazione estense retrocessa in Serie B. Di Biagio non è riuscito ad invertire la rotta di una squadra scivolata nelle zone basse della classifica con mister Semplici. 11 sconfitte, 2 pareggi e una vittoria per la squadra ferrarese sotto la gestione dell'ex centrocampista della Roma che inizialmente ha creduto nell'impresa: "E' stata un'esperienza negativa, ma che rifarei tutta la vita. Ero convinto di potercela fare e nelle ultime settimane lo abbiamo dimostrato. Nelle ultime settimane sono emersi diversi problemi ma il bilancio resta comunque positivo. Non credo possa capitare una situazione del genere nella vita di un allenatore. Ringrazio la società per avermi scelto e ringrazio tutti quelli che mi sono stati vicini. Ho sentito la gente vicina: resterò sempre in debito con Ferrara e con questa tifoseria".

Il suo contratto scade di fatto alla conclusione di questa stagione. Dalla dirigenza della SPAL non sono arrivate indicazioni su un possibile rinnovo del contratto. Di Biagio dunque è ai saluti: "La società? Ci siamo salutati: non ho avuto nessuna comunicazione, ma con il club c'era un accordo tacito. Il ko di oggi? Saremmo dovuti essere più concentrati nel finale, è una storia vecchia che risale a luglio. La squadra ha avuto dei problemi, oggi è stato difficile mettere in campo 11 titolari. Mi dispiace di tutto, mando a Ferrara un grande abbraccio".