174 CONDIVISIONI
28 Novembre 2021
22:15

Cristiano Ronaldo in panchina fa litigare Keane e Carragher in diretta TV: “Non è quello che era”

Le due grandi glorie di Manchester United e Liverpool hanno dibattuto a lungo dopo la panchina iniziale a sorpresa di Cristiano Ronaldo nella sfida con il Chelsea.
A cura di Marco Beltrami
174 CONDIVISIONI

Cristiano Ronaldo fa sempre discutere. Sia quando gioca e segna, sia quando come accaduto oggi in occasione di Manchester United-Chelsea viene spedito inizialmente a sorpresa in panchina e schierato nel secondo tempo. Quale sarà il futuro del portoghese con il neo boss Rangnick? Bisognerà aspettarsi nuove panchine? E soprattutto è giusto rinunciare alla stella portoghese che comunque ha garantito un contributo già importante in termini di gol? Il tutto è stato oggetto di una discussione, anche accesa, andata in onda su Sky Sports tra due grandi glorie inglesi, ovvero Roy Keane e Jamie Carragher.

Sotto gli occhi di un divertito e allo stesso tempo perplesso Jimmy Floyd Hasselbaink, ex bomber del Chelsea, l'ex centrocampista irlandese compagno di squadra di CR7 e l'ex baluardo del Liverpool hanno dibattuto a lungo sul ruolo del lusitano al termine di Chelsea-United 1-1. Se Keane ha difeso a spada tratta Ronaldo sottolineando le sue doti da finalizzatore che avrebbero fatto comodo oggi in campo a Carrick, Carragher ha evidenziato che pur essendo ancora un marcatore eccezionale, Ronaldo ha perso lo smalto dei tempi migliori in termini di pressing e di partecipazione al gioco.

La discussione tra i due, è andata avanti per 5′ con il presentatore che non è riuscito praticamente mai ad interromperli e si è conclusa con la fine della trasmissione. In particolare il punto più caldo del dibattito, rivelatosi davvero pirotecnico è stato raggiunto nel momento in cui Carragher ha polemicamente chiesto: "Che senso ha ingaggiarlo?! Ha 37 anni". Secondo Keane Ronaldo dovrebbe far fare al Manchester United il salto di qualità: "Non è qui per vincere il campionato, ma  per vincere coppe". E poi ecco la stoccata con una presa di posizione perentoria da parte dell'ex Reds: "Non è il giocatore che era. Ovviamente sta ancora facendo gol, ma non credo che dovremmo fare tante storie se restasse anche in panchina".

E Keane allora ha spiegato: "Questo è Chelsea-United. Può non giocare alcune partite della fase a gironi di Champions, ma è tornato qui per giocare queste partite. Non tutti hanno segnato 800 gol nella loro carriera. Se guardavi lo United oggi, pensavi che se se avesse giocato avresti voluto che la palla gli cadesse addosso da chiunque nel calcio mondiale. Anche ora, ha 36 anni, è sempre Ronaldo". Però Carragher è apparso irremovibile sulla sua posizione: "Non pressa". Un aspetto che però non è rilevante per Keane: "Ronaldo non risolverà tutti i problemi dello United, ma non riporti Ronaldo al Manchester United per sedersi in panchina. Certo, non lo farà. iniziare ogni partita, ma questa è la trasferta del Chelsea, ci saranno contropiedi, potresti avere uno o due palloni in area".

174 CONDIVISIONI
Cristiano Ronaldo spiazzato da Rangnick in allenamento: la decisione che ha 'offeso' CR7
Cristiano Ronaldo spiazzato da Rangnick in allenamento: la decisione che ha 'offeso' CR7
Cristiano Ronaldo l'ha rifatto, come alla Juventus: "Nello spogliatoio hanno paura di lui"
Cristiano Ronaldo l'ha rifatto, come alla Juventus: "Nello spogliatoio hanno paura di lui"
Cristiano Ronaldo conosce il male del Manchester United: "È da distruggere, non lo accetto"
Cristiano Ronaldo conosce il male del Manchester United: "È da distruggere, non lo accetto"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni