Quanti anni ha Cristiano Ronaldo? Stando alla carta d’identità oggi, 5 febbraio 2020, il cinque volte Pallone d’Oro di anni ne compie 35, ma guardando il rendimento offerto nelle ultime apparizioni con la maglia della Juventus nonché il fisico invidiabile sfoggiato su Instagram verrebbe da pensare che abbia trovato l’elisir dell’eterna giovinezza.

Dopo un inizio di stagione opaco (con tanto di battibecco con Sarri per una sostituzione mal digerita) in cui si è pensato anche potesse andar via dalla Juve, e dopo il Pallone d’Oro assegnato al rivale di sempre Lionel Messi, il fenomeno “made in Portogallo” è tornato ad essere quello di sempre, quello che è stato da piccolo allo Sporting Lisbona prima e nelle esperienze ricche di trofei al Manchester United e al Real Madrid poi. CR7 è tornato dunque ad essere quella macchina perfetta sia in campo che nella vita privata che ha la costanza nell’allenamento, la sana alimentazione, l’attenzione meticolosa per evitare qualsiasi tipo d’infortunio e la voglia di battere record e superare se stesso come mezzo per ottenere quei successi di cui si sfama ma che non lo rendono mai sazio.

Lo sbarco in Italia di ‘Sua Altezza’ Cristiano Ronaldo

In barba all’età e agli scettici che pensavano fosse sbarcato in Serie A (pagato a peso d’oro dal club bianconero che gli garantisce un super stipendio da 31 milioni di euro netti a stagione) il talento di Madeira ha confermato la sua fama anche in Italia stabilendo a suon di gol nuovi primati scrivendo altre fondamentali pagine al libro di una carriera da leggenda al quale non sembra avere nessuna intenzione di scrivere il finale.

L’universo Cristiano Ronaldo fatto di sfarzo (l’orologio tempestato di diamanti da 2 milioni di euro, la Bugatti, lo yacht, l’aereo privato, e la casa super lusso appena comprata nella sua Lisbona, solo per citare alcuni “sfizi” toltisi dall’asso lusitano), cura maniacale per il fisico e per il look (addominali scolpiti e sempre in bella mostra, capelli sempre perfetti che siano raccolti dalla fascetta, dal cerchietto o con un codino) ma anche di tanti valori, su tutti l’amore per la propria famiglia, per la fidanzata Georgina Rodriguez (che domani cocondurrà il Festival di Sanremo con Amadeus) e per i quattro figli Cristiano Ronaldo jr, Eva, Mateo e Alana Martina, è atterrato nel nostro Paese e ha già lasciato il segno.

Una sola gara senza gol dal 1° dicembre ad oggi

Il film degli ultimi tre mesi alla Juventus infatti racconta di un Cristiano Ronaldo all’altezza della propria fama capace di zittire gli scettici e chi lo dava già per finito con uno score di 16 gol nelle ultime 13 apparizioni con la maglia bianconera tra campionato, Champions League e Coppa Italia. Dal 1° dicembre scorso dunque il cinque volte Pallone d’Oro non ha mai smesso di segnare (a secco solo nella gara di Supercoppa Italiana contro la Lazio) raggiungendo quota 22 reti in stagione che gli hanno permesso di tagliare il traguardo delle 50 marcature con il club piemontese in appena un anno e mezzo di militanza.

L’impatto con la Serie A: Ronaldo batte Ronaldo il Fenomeno

Un ruolino di marcia impressionante dunque come dimostra il fatto che tra i giocatori che hanno esordito in Serie A nell'era dei tre punti a vittoria (dal 1994/1995 ad oggi), CR7, con le sue 40 segnature, è quello che ha realizzato più reti nelle prime 50 presenze nella competizione (meglio dell’altro Ronaldo, il “Fenomeno”, e di bomber del calibro di Shevchenko e Milito). Ma questo è soltanto l’ultimo dei record stabiliti in Italia dal neo 35enne che ne ha già nel mirino un altro, vale a dire quello che appartiene a Batistuta e Quagliarella di 11 partite consecutive in gol nel massimo campionato, al momento il nativo di Funchal è fermo a 9.

Obiettivo Champions League

Le 35 primavere non sembrano dunque pesare in alcun modo sul ragazzo che con la Juventus ha ancora altri due anni di contratto e con la quale non ha ancora raggiunto l’obiettivo principale per il quale è stato acquistato, ossia riportare a Torino quella Champions League che manca dalla bacheca bianconera ormai da 24 anni. Impresa difficile, ma alla portata di questo Cristiano Ronaldo che ha ormai ampiamente dimostrato come anche l’età, per ora, si debba inchinare alla voglia di essere il più grande calciatore della storia del calcio e alla fame mai saziata di successi.