31 Marzo 2020
17:10

Coronavirus, primo caso nel campionato giapponese, positivo Gotoku Sakai

Gotuku Sakai, difensore del Vissel Kobe e che con la nazionale giapponese ha preso parte a due Mondiali, ha annunciato di essere positivo al Coronavirus. Sakai è il primo calciatore della J-League positivo. Il calciatore ha dato la notizia e ha chiesto scusa per il caos che ha creato: “Vi chiedo di rispettare la mia privacy”.
A cura di Alessio Morra

Primo caso di Coronavirus anche nella J-League, il campionato giapponese. Il terzino sinistro della nazionale Gotoku Sakai, che gioca nel Vissel Kobe, la squadra di Iniesta, dopo aver fatto il tampone è risultato positivo. Sakai una settimana fa ha iniziato a sentirsi poco bene, e non si è allenato, ma solo nelle ultime ore ha scoperto la sua positività. Il calciatore è stato messo in isolamento e ha ufficialmente chiesto scusa per il caos creato.

Il post social di Sakai, che parla della sua positività

Gotoku Sakai è risultato positivo per il COVID-19, la notizia è stata confermata dal Vissel Kobe. Sakai si è ammalato mercoledì sera, quando ha scoperto di avere 38 di febbre. La febbre non gli è passata, il giocatori ha avuto anche problemi alle vie respiratorie. Nei giorni seguenti il calciatore ha detto di aver perso l'olfatto, ha così effettuato il tampone e scoperto di essere positivo. Sakai si è scusato con tutti e ha chiesto di rispettare la sua privacy, con un post su Instagram:

Avevo fatto del mio meglio come professionista per evitare la folla, usare disinfettanti, lavarmi le mani e rimanere vigile. Tutto quello che posso fare è informare gli altri che il virus è ovunque. Posso solo sperare che l'infezione non si sia diffusa oltre me agli altri. Fortunatamente sto vivendo separato dalla mia famiglia e stanno bene, ma in questo momento ti chiedo di rispettare la nostra privacy. Mi dispiace aver creato questo caos.

La carriera di Gotoku Sakai

Nato a New York nel 1991, Sakai ha iniziato la carriera in Giappone prima di trasferirsi in Germania, dove ha giocato con Stoccarda e Amburgo, pochi mesi fa è tornato al Vissel Kobe, con cui ha vinto la Coppa dell'Imperatore e la Supercoppa giapponese. Con la nazionale ha disputato due Mondiali, una Coppa d'Asia e le Olimpiadi di Londra. E ai ‘Samurai Blue' ha dato ufficialmente l'addio.

Nel 1994 giocava in Serie A, a 56 anni ha firmato per un club portoghese: la storia di Kazu Miura
Nel 1994 giocava in Serie A, a 56 anni ha firmato per un club portoghese: la storia di Kazu Miura
L'infortunio di Ciro Immobile è serio: lesione muscolare, quando rientra con la Lazio
L'infortunio di Ciro Immobile è serio: lesione muscolare, quando rientra con la Lazio
Durante Cremonese-Lecce su DAZN compare improvvisamente un microfono:
Durante Cremonese-Lecce su DAZN compare improvvisamente un microfono: "Ma che è?"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni