La Scottish Premiership vedrà il ritorno del pubblico negli stadi questo fine settimana. Le partite Aberdeen-Kilmarnock e Ross County-Celtic Glasgow, che si giocheranno sabato 12 con inizio alle 16, vedranno 300 tifosi presenti negli impianti dopo che il governo ha accettato le garanzie della Federcalcio locale di non vietare più l'ingresso negli stadi a poche centinaia di tifosi. Tutto verrà fatto seguendo rigidi protocolli e mantenendo il distanziamento sociale, che ormai ben conosciamo, ma un primo passo è stato fatto.

Saranno le prime partite del massimo campionato scozzese a essere giocate a porte aperte da quando la pandemia ha interrotto la stagione 2019-2020 a marzo. Le partite in questione saranno il secondo e il terzo evento sportivo che si terrà di fronte al pubblico da quando il lockdwon ha colpito la Scozia: la partita di rugby PRO14 tra Edimburgo e Glasgow Warriors a Murrayfield lo scorso 28 agosto era stata un "evento pilota".

Il ministro dello sport scozzese, Joe FitzPatrick, ha dichiarato: ‘Il governo scozzese ha convenuto che la Scottish Professional Football League (SPFL) possa organizzare due eventi pilota, ciascuno con solo 300 tifosi casalinghi, il 12 settembre. Negli ultimi mesi è stato fatto molto lavoro dietro le quinte per creare i protocolli e sui test per consentire la ripresa dello sport professionistico di alto livello in Scozia, e questo accordo segue ampie discussioni con la FA scozzese, l'SPFL e i club sulla sicurezza pubblica – in particolare in relazione alle distanze fisiche e alle misure igieniche. Le autorità calcistiche e i club coinvolti hanno anche potuto rivedere e imparare dall'evento pilota organizzato dallo Scottish Rugby il 28 agosto e siamo fiduciosi che saranno in atto protocolli rigidi in questi due eventi calcistici pilota iniziali. Stiamo monitorando attentamente tutti gli eventi pilota".

La Scottish Premiership è stata sospesa il 13 marzo 2020 e dopo aver constatato l'impossibilità di riprendere le attività in maniera regolare è stato assegnato al Celtic il titolo di campione di Scozia: si tratta della nona vittoria consecutiva per i Bhoys.