Dopo la positività di Rugani tutti i calciatori della Juventus sono stati messi in isolamento. Ma l’unico a essere rimasto nel J-Hotel, assieme a Rugani, è Giorgio Chiellini, il capitano. Con loro ci sono anche gli chef dell’albergo e alcuni fisioterapisti. La maggior parte dei calciatori è nelle proprie abitazioni con le famiglie, qualcuno invece è all’estero, come Ronaldo e Higuain che è volato in Argentina dalla madre che è in gravi condizioni.

Chiellini e Rugani gli unici juventini in isolamento in albergo

Dopo la grande paura dovuta al contagio di Rugani, il primo calciatore della Serie A positivo al tampone, la Juventus ha messo in isolamento 121 persone, a scopo precauzionale. Una scelta dettata dalla prudenza oltre che dalle norme governative – anche Matuidi pochi giorni fa è risultato positivo, fortunatamente sta bene ed è a casa. Alla spicciolata però tanti calciatori hanno deciso di abbandonare il J-Hotel, dov’erano stati sistemati, e sono andati via. In albergo ci sono solo, oltre a Rugani, alcuni fisioterapisti e un paio di chef e capitan Chiellini, che ha svelato ciò intervenendo a margine dell’iniziativa ‘Webathon x il Piemonte’:

L’isolamento volontario lo sto trascorrendo al J Hotel, perché da fine gennaio la mia famiglia è a Livorno. Oltre a me ci sono Rugani, un paio di fisioterapisti e i due chef della struttura. Sono in camera da una settimana, esco in corridoio soltanto al mattino mentre mi rifanno la stanza. Nel frattempo stiamo facendo i tamponi: io devo ancora farlo, ma per fortuna anche i due casi che abbiamo avuto sono pressoché asintomatici.

Ronaldo è in Portogallo, anche Higuain, Khedira e Pjanic sono in patria

Subito dopo la partita con l’Inter, CR7 era tornato in Portogallo per far visita alla madre che è in ospedale a Madeira, e lì è rimasto dopo la notizia della positività di Rugani. Nelle ultime ore hanno lasciato l’Italia anche Pjanic, Khedira e Higuain, che è volato in Argentina, dove si trova la madre che è in gravi condizioni.