Il futuro di Christian Eriksen all'Inter sembra ormai segnato. Le parole di Conte, e soprattutto quelle di Marotta, lasciano pochi dubbi sul destino del centrocampista danese che già nella finestra di mercato potrebbe chiudere la sua poco fortunata esperienza milanese. Chi prenderà il suo posto all'Inter? Quello che al momento è certo è che il club proverà ad assecondare le richieste di Conte con un giocatori più congeniale al suo gioco rispetto all'ex Tottenham.

Nell'Inter di Conte non c'è spazio per Christian Eriksen. Le doti del centrocampista danese, colpo a zero della società nerazzurra, non hanno mai fatto breccia nel cuore del mister salentino. Nonostante l'ottima parentesi in nazionale, l'allenatore nell'ultimo match di campionato ha relegato ancora una volta in panchina l'ex Spurs, decidendo di non farlo entrare, anche quando c'era da provare il tutto per tutto e ribaltare il risultato. Ennesima bocciatura per un calciatore, sul quale il mister alla vigilia aveva chiarito in modo perentorio il suo punto di vista tattico: l'idea di provare a schierare Eriksen nelle vesti di play basso, alla Pirlo, è stata rispedita al mittente, con una chiusura che non sembra ammettere repliche: "Il mio è un giudizio tecnico, credo sia importanti rispetto a quello di altri".

A chiudere il cerchio poi sono arrivate le parole di Marotta a DAZN che non sembrano aver bisogno di commenti: "Eriksen? Ieri Conte ha risposto in modo esaustivo. Aggiungo che non dobbiamo mai trattenere un giocatore che chiede di essere trasferito. Richieste? No, ma al momento opportuno cercheremo di allacciare le giuste combinazioni". Il futuro dunque di Eriksen sembra essere lontano da Milano, ma se dovesse concretizzarsi la cessione, su quali profili virerà l'Inter? Quali sono gli obiettivi in entrata a gennaio?

Con Eriksen out, l'Inter dovrebbe colmare uno slot nella casella dei centrocampisti. Con Sensi che al momento è un'incognita, anche se il ritorno in campo sembra dietro l'angolo, e con Nainggolan che potrebbe seguire il danese, i nerazzurri potrebbero seriamente pensare di dare l'assalto ad un nuovo giocatore per la linea mediana. L'identikit di quest'ultimo è abbastanza chiaro? Un centrocampista meno "offensivo" di Eriksen, abile sia in fase di copertura che di costruzione, o al massimo una mezzala. Fondamentali anche le caratteristiche fisiche per un giocatore che dovrà avere un altro passo rispetto a quelle del danese, e con tutt'altro piglio, insomma in totale stile Conte.