Non sono ancora ufficiali le date, il calendario e le modalità per la ripresa della Champions. La Uefa provvederà a fornire tutte le indicazioni al riguardo entro una settimana poi si passerà alla parte più importante che concerne l'aspetto logistico e organizzativo di questa ultima parte della stagione. È chiaro da tempo che sarà agosto il mese dedicato alle Coppe (Europa League compresa, con Inter e Roma ancora in lizza) ma quando e dove si giocherà? Il Comitato Esecutivo in agenda per il 17 e 18 giugno prossimi sarà dirimente al riguardo.

Le indiscrezioni degli ultimi giorni hanno confermato la volontà da parte della Federazione di accentrare tutte le partite in un'unica sede, considerando i valori epidemiologici e la percentuale dei rischi di contagio. Ecco perché, al netto della rinuncia della Turchia e di Istanbul quale sede inizialmente fissata per la finale di Champions, la candidature più forte al momento è quella del Portogallo. Juventus e Napoli sono attese dal ritorno degli ottavi di finale contro Lione e Barcellona. L'Atalanta, invece, è già qualificata ai quarti dopo la discussa trasferta di Valencia.

Il secondo week-end di agosto (8 e 9) è il periodo cerchiato in rosso. In quei giorni dovrebbero esserci il fischio d'inizio degli ottavi con 2 gare al sabato e altrettante di domenica da disputare in campo neutro, come indicato dal quotidiano tedesco ‘Bild'. Una proposta che non riscuote consensi e non piace in particolare a quelle formazioni come Manchester City, Barcellona, Juventus e Bayern Monaco che vorrebbero giocare nei rispettivi stadi. Tant'è che qualche ora dopo – come rilanciato da Sky Sport – è filtrata la news opposta: ovvero, restano invariate le sedi degli incontri di ritorno, si giocherà a Torino e a Barcellona

Quale sarà la sede prescelta? È Lisbona quella favorita. La capitale portoghese è un gradino più sopra nelle preferenze della Uefa rispetto ad altre città come Francoforte, Monaco, Madrid. E sarà in quella sede che, a distanza di 48 ore dagli ottavi che definiranno la griglia delle qualificate, si giocheranno i quarti che segneranno un ulteriore passo in avanti verso la finale del 23 agosto.

Si procederà secondo il format attuale oppure ci sarà qualche modifica? Nel Comitato Esecutivo della Uefa si discuterà anche dell'opportunità di cambiare assetto alle competizioni: non il classico modello di andata e ritorno dei quarti di finale ma via libera a una sorta di Final Eight con sfide secche. Formula identica per l'Europa League (con sede in Germania) e per la Champions League donne (in Spagna). Sarà Budapest la città che ospiterà la Supercoppa Europea.