Caster Semenya vuole provare a seguire le orme di Usain Bolt. La mezzofondista e velocista sudafricana al centro di una diatriba con la Iaaf (l'Associazione Internazionale delle Federazioni di Atletica Leggera) e impossibilitata a gareggiare dopo il rifiuto di sottoporsi ad una terapia per ridurre il livello di testosterone, ha deciso di provare a cambiare sport e darsi al calcio. La classe 1991 ha raggiunto l'accordo con un un club femminile sudafricano, il JVW Football Club,  e su Instagram si è già mostrata con la sua nuova maglia.

https://www.instagram.com/p/B2EFo5og6p2/
in foto: https://www.instagram.com/p/B2EFo5og6p2/

Chi è Caster Semenya e il rifiuto di sottoporsi alle terapie ormonali

Caster Semenya, mezzofondista e velocista sudafricana, due volte campionessa olimpica degli 800 metri piani (nel 2012 e 2016), nonché tre volte campionessa mondiale della stessa specialità (nel 2009, 2011 e 2017) ha deciso di mettere da parte per un po' l'atletica. L'atleta classe 1991 è finita al centro di un vero e proprio braccio di ferro con la Iaaf, ovvero l'Associazione Internazionale delle Federazioni di Atletica Leggera. La Semenya si è infatti rifiutata di sottoporsi ad una terapia ormonale per ridurre il suo livello di testosterone. Una situazione obbligatoria per le atlete con iperandrogenismo (eccessiva produzione di ormoni maschili e in particolare di testosterone, da parte di ghiandole endocrine, surreni e ovaie che può portare ad una virilizzazione con tanto di aumento della massa muscolare con riduzione di quella mammaria), con il Tas che ha dato ragione alla Federazione bocciando il ricorso della velocista, impossibilitata dunque a gareggiare.

Caster Semenya lascia l'atletica e si dà al calcio femminile, ecco la sua squadra

Ecco allora che la Semenya che ha preso in considerazione anche l'ipotesi del ritiro, proprio alla luce della volontà di non scendere a compromessi e ricorrere ad eventuali terapie ormonali. Nelle ultime ore però è arrivato il colpo di scena, con l'atleta sudafricana che ha deciso di intraprendere una nuova avventura sportiva nel mondo del calcio. Per lei c'è già l'accordo e la firma con il club femminile del JVW Football Club, che gli permetterà di allenarsi in patria e chissà magari sfondare anche nello sport più bello del mondo, dimenticando per sempre l'atletica leggera.