Le strade di Alessandro Florenzi e della Roma potrebbero dividersi. L'esterno classe 1991 è stato impiegato pochissimo da Paulo Fonseca e ha giocato dal primo minuto solo 12 delle 19 sfide totali di campionato a cui ha preso parte. Contro il Genoa non c'era perché squalificato mentre nel derby con la Lazio è rimasto in panchina perché l'allenatore portoghese gli ha preferito Davide Santon: il giocatore romano vorrebbe più spazio sia per una maggiore continuità sua sia perché all'Europeo manca sempre meno e non vorrebbe rimanere fuori dalle scelte di Roberto Mancini. Per questo motivo nelle prossime ore Florenzi parlerà con il suo agente, Alessandro Lucci, e proverà a capire quale può essere l'ipotesi migliore per il suo futuro.

Nelle ultime ore si sarebbe fatto vivo il Valencia e per l'offerta proveniente dalla Spagna non è arrivato un "no" categorico del calciatore anche se Florenzi, nel caso in cui decida di lasciare la Capitale, preferirebbe rimanere in Serie A: secondo quanto scrive La Gazzetta dello Sport ci sarebbero Cagliari e Sampdoria in prima linea per accoglierlo in questa ultima settimana di mercato.

Roma-Carles Perez: manca qualche dettaglio per chiudere

Intanto la Roma continua a lavorare sul mercato e nel pomeriggio abbraccerà Gonzalo Villar, che arriverà in città. Già ufficiale, da ieri, l'acquisto di Ibanez dall'Atalanta. Sistemata la difesa i giallorossi hanno assoluto bisogno di rinforzi dopo l'infortunio di Zaniolo e per l'arrivo di Carles Perez manca ancora qualche dettaglio da sistemare con il Barcellona. Tra i capitolini e i catalani continua ad esserci lo scoglio legato alla futura recompra, con il club giallorosso che non la vorrebbe inserire nell'affare al contrario del club blaugrana. Inoltre la società potrebbe regalare a Fonseca un secondo esterno offensivo, perché restano vivi i contatti con il Chelsea per Pedro.