https://twitter.com/BfcOfficialPage
in foto: https://twitter.com/BfcOfficialPage

Nell'ultimo giorno di trattative per il calciomercato invernale, il Bologna ha ufficializzato la cessione di Blerim Dzemaili. Il calciatore svizzero lascia l'Italia per trasferirsi in Cina, alla corte dello Shenzhen. Nelle scorse ore si era parlato di una possibile frenata per il trasferimento alla luce del rinvio a data destinarsi del campionato di calcio del Paese orientale dopo l'emergenza per l'epidemia di Coronavirus. Tutto superato, con Dzemaili pronto per una nuova avventura professionale.

Calciomercato Bologna, ufficiale la cessione di Dzemaili in Cina

"Il Bologna Fc 1909 comunica di avere ceduto a titolo definitivo allo Shenzhen F.C. il diritto alle prestazioni sportive del centrocampista Blerim Dzemaili". Con queste parole il club emiliano ha ufficializzato l'operazione di mercato in uscita, salutando di fatto Dzemaili pronto per una nuova suggestiva esperienza in terra cinese. Poco prima della nota ufficiale, ci ha pensato il collaboratore di Mihajlovic De Leo, a congedare il centrocampista in conferenza stampa: "A nome di tutto il nostro staff voremmo ringraziare Dzemaili. Oltre al grande contributo tecnico è stato umanamente fondamentale per noi, soprattutto dal ritiro di Castelrotto dopo la notizia della malattia del mister, Grazie Blerim".

Campionato cinese sospeso per il Coronavirus, esordio rimandato per Dzemaili allo Shenzhen

Dopo le esperienze con Torino, Parma, Napoli, Genoa e Bologna (squadra che lo ha prelevato nel 2016), si chiude l’avventura italiana di Dzemaili che vola in Cina. Il centrocampista proverà con la sua esperienza a risollevare le sorti di un club retrocesso in Serie B e allenato da un altro ex Bologna ovvero Roberto Donadoni. Bisognerà attendere per vedere in campo il calciatore svizzero alla luce dell'attuale stop del campionato cinese. La Federcalcio locale ha infatti annunciato che tutti i tornei sono sospesi, con le partite rinviate a data da destinarsi. Il motivo è legato all'epidemia di Coronavirus.