19 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Brandán lascia lo stadio in sedia a rotelle: è stato colpito da una bottiglia piena

Violenza in Coppa d’Argentina durante Tigre-Chacarita sospesa per il brutto gesto di un tifoso che ha colpito in pieno Fernando Brandán. L’arbitro ha sospeso il match.
A cura di Marco Beltrami
19 CONDIVISIONI
Immagine

Violenza in Coppa d'Argentina. La partita valida per i 32esimi di finale tra Tigre e Chacarita è stata sospesa quando mancavano 7 minuti al termine del tempo regolamentare a causa in un tremendo episodio. Il calciatore della formazione ospite Fernando Brandán è stato colpito in pieno volto da una bottiglietta piena d'acqua lanciata dagli spalti.

Purtroppo il giocatore della formazione del Chacarita non è stato in grado di proseguire la sua partita, a causa di problemi alla vista. Una situazione che ha spinto l'arbitro a sospendere il match che ora sarà oggetto della decisione del giudice sportivo. Il povero Brandán stava partecipando alle discussioni per un controverso episodio arbitrale, quando è stato raggiunto da un oggetto proveniente dalle tribune. Subito dopo mentre si spostava, per raggiungere i giocatori avversari ecco che Fernando è stato centrato in pieno volto.

Una botta tremenda per il povero Brandán che si è allontanato poi dallo stadio sulla sedia a rotelle, con il viso tumefatto e bendato. Il referto del medico della squadra ha chiarito la sua situazione: "Aveva un trauma alla regione oculare e all'arco zigomatico destro. All'esame obiettivo gli è stata effettuata un'iniezione congiuntivale. Ha un edema nella zona, sente molto dolore con difficoltà di mobilità del bulbo oculare. Dobbiamo vedere come proseguirà". Fortunatamente sono state scongiurate fratture per il giocatore che ha lasciato l'ospedale dopo tutti i controlli del caso solo in tarda serata. La sua situazione visiva sarà comunque monitorata costantemente.

Il tifoso del Tigre responsabile del brutto gesto è stato arrestato. Si tratta di Axel Iván Genes, un giovane abbonato del club fermato con l'accusa di lesioni nel contesto di un evento sportivo internazionale". La società rossoblu ha già provveduto a piazzare un Daspo a vita per il tifoso che dunque per tutta la vita non potrà nemmeno avvicinarsi alle strutture del club.

19 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views