Inter e Juventus vincono, ma non convincono almeno per Beppe Bergomi. L'ex difensore e opinionista Sky non ha utilizzato parole tenere nei confronti delle due squadre reduci da due successi, molto diversi. Se i nerazzurri dopo una prima parte di gara da dimenticare hanno rimontato e battuto il Torino, i bianconeri hanno superato in scioltezza il Cagliari. Lo "zio" però ha stroncato sia la compagine di Conte che quella di Pirlo.

Ai microfoni di Sky Calcio Club, Giuseppe Bergomi ha criticato e non poco l'Inter vista contro il Torino. L'opinionista in particolare ha puntato il dito su quanto visto prima della "reazione emotiva" dei nerazzurri che hanno sofferto e non poco, ritrovandosi sotto di due gol: "L’Inter a me è piaciuta poco. Le reazioni emotive vanno bene una volta o due, ma alla lunga non vinci. Non puoi pensare di essere competitivo fino alla fine puntando solo sulle reazioni emotive, era successo già contro la Fiorentina. Questa squadra trova difficoltà quando gioca in casa, se non ci metti la ferocia e la cattiveria agonistica vai in difficoltà". Dito puntato anche contro Antonio Conte, in merito soprattutto all'utilizzo di Hakimi: "Hakimi va usato in maniera diversa perché se gli dai palla addosso lui la scarica dietro".

Critiche non solo per l'Inter ma anche per la Juventus. Quanto visto contro il Cagliari non è bastato a Bergomi, che vuole vedere i bianconeri contro squadre più attrezzate per la lotta al titolo. A tal proposito non è mancato un paragone tra Cristiano Ronaldo e Ibrahimovic, entrambi protagonisti con una doppietta nell'ultima giornata: "In questo momento preferisco Ibrahimovic a Cristiano Ronaldo. La Juventus ancora mi deve convincere contro le squadre forti. Il Milan invece mi convince con Ibra avendo già vinto contro Inter e Napoli. La Juventus invece, contro Lazio e Roma non mi ha convinto e non ha vinto".