L'Inter festeggia la vittoria dello Scudetto numero 19 che ha tra i suoi artefici maggiori l'amministratore delegato Beppe Marotta. Il dirigente lombardo è intervenuto a Sky Calcio Club per parlare dell'obiettivo raggiunto dai nerazzurri in questa stagione dopo una grande cavalcata e colmando un gap non indifferente con la Juventus: "All'inizio della stagione precedente c'era un gap notevole con la Juventus, ma noi siamo arrivati a un solo punto in classifica e siamo riusciti a fare una finale di Europa League. Riuscire quest'anno a vincere con quattro giornate d'anticipo non è tanto per demerito delle avversarie, ma per merito nostro. Oggi siamo già a 82 punti e potenzialmente possiamo arrivare a 94, significa che abbiamo viaggiato a una velocità veramente notevole".

Marotta guarda già al futuro e svela il suo sogno nel cassetto pur essendo cosciente dei problemi economici che ci sono stati a causa della pandemia e che hanno colpito duramente la proprietà: "Ci troviamo in una situazione post pandemica che crea dei problemi notevolissimi dal punto di vista economico. C'è stata una grande contrazione nei club di prima fascia e dobbiamo quindi creare degli aggiustamenti per quanto riguarda il costo del lavoro. Ma ne parleremo più avanti, oggi è il momento di parlare di questo momento straordinario e ne vogliamo godere. Abbiamo un sogno che l'anno prossimo può coincidere con qualcosa di bellissimo, sarebbe bello vincere lo scudetto della seconda stella. Sarebbe straordinario".

In vista del prossimo anno Beppe Marotta è convinto che l'Atalanta possa diventare una candidata molto forte per provare a contendere lo Scudetto all'Inter: "Noi facciamo il nostro percorso, abbiamo visto che questo gap con l'egemonia della Juventus è stato colmato ma le difficoltà iniziano il primo di luglio con la nuova stagione. Non so cosa succederà alla Juventus, ma ci sono altre società come Lazio, Milan, Napoli, Atalanta che stanno facendo bene. L'Atalanta è un esempio straordinario e penso che l'anno prossimo partirà tra le favorite. Gasperini ha seminato benissimo in questi anni e ha la possibilità di consolidare questo lavoro, li considero come una delle candidate principali per lo Scudetto".