Se il Bayern Monaco rimane in scia del Lipsia capolista è merito anche e soprattutto di Robert Lewandowski. Il trentunenne attaccante, alla sua sesta stagione con i bavaresi, ha infatti cominciato l'anno segnando a ripetizione. Dopo la doppietta rifilata al Colonia nell'ultimo match casalingo vinto 4-0 dai campioni di Germania), il capitano della nazionale polacca è infatti entrato nella storia della Bundesliga eguagliando il record che apparteneva a Peter Meyer: centravanti cresciuto nel Fortuna Düsseldorf e autore dei 9 gol con la maglia del Borussia Moenchengladbach nella stagione 1967/1968.

I primati di Lewandoswki

Nei primi cinque turni di campionato, Lewandowski ha infatti realizzato ben nove delle sedici reti messe a segno fino ad ora dalla squadra di Nico Kovac: le ultime due (ma sarebbero potute diventare tre se non avesse ceduto il rigore a Coutinho) arrivate quasi nello stesso giorno dell'altro suo incredibile primato. Il 22 settembre del 2015, in occasione del match contro il Wolfsburg, il giocatore del Bayern Monaco realizzò infatti cinque gol in soli nove minuti, dal 51′ al 60′, scrivendo una pagina storica della sua carriera e mettendo a referto un exploit mai raggiunto da nessuno.

Il polacco pronto per la Champions League

Il meglio deve ancora però arrivare per il giocatore del Bayern Monaco. Lo show di Robert Lewandowski è infatti appena cominciato anche in Champions League. Il polacco ha ‘timbrato' nella prima partita del girone B con la Stella Rossa (la sua 250esima in Europa con i bavaresi), e attende di tornare in campo il prossimo primo ottobre a Londra, contro i vicecampioni d'Europa del Tottenham, per ampliare il suo bottino e vendicare l'uscita di scena della scorsa edizione arrivata per mano di un'altra squadra inglese: il Liverpool.