12 Novembre 2019
22:48

Barcellona, lo sfogo di Rakitic: “Mi sento triste, mi hanno tolto il pallone”

Il giocatore blaugrana, finito ai margini del progetto di Valverde, si è sfogato nel corso di un’intervista televisiva: “Capisco e rispetto le decisioni dell’allenatore e del club. n questi cinque anni che sono stato a Barcellona ho dato molto e voglio continuare perché mi sto divertendo. Ho 31 anni, non 38 e sento di essere ancora nel mio miglior momento”.
A cura di Alberto Pucci

Ivan Rakitic è ad un passo dal lasciare il Barcellona. Il centrocampista croato, arrivato in blaugrana nel 2014 e finito ai margini dal progetto di Ernesto Valverde in questa stagione, ha parlato del suo momento in occasione dell'intervista rilasciata ad ‘Universo Valdano': programma televisivo in onda sul canale Movistar e condotto dallo storico attaccante Jorge Valdano. Il vice campione del mondo, che ad oggi è stato impiegato per poco più di 200 minuti, ha così spiegato la surreale situazione che sta vivendo al Barcellona.

"Capisco e rispetto le decisioni dell’allenatore, del club o altro – ha esordito il centrocampista – In questi cinque anni che sono stato a Barcellona ho dato molto e voglio continuare perché mi sto divertendo. Ho 31 anni, non 38 e sento di essere ancora nel mio miglior momento".

Juventus, Inter e Milan alla finestra

"Come si sente la mia piccola figlia quando un giocattolo le viene portato via? Triste. Mi sento allo stesso modo: la palla mi è stata tolta, mi sento triste – ha concluso Rakitic – Mi piace mostrare i miei sentimenti. Quando devo piangere, non c’è problema. Quando devo festeggiare, festeggio".

Sul giocatore cresciuto nelle giovanili del Basilea, ci sarebbero molte squadre: tra queste anche tre italiane. Juventus, Inter e Milan sono infatti da tempo sulle tracce del blaugrana, che ha un contratto con il Barcellona fino al 2021 e che lo stesso club catalano valuta 35 milioni di euro. Il problema principale per i club di casa nostra è però l'ingaggio del croato: 8 milioni di euro.

La triste fine di Icardi al PSG: a Bruges i compagni si rifiutano di passargli il pallone
La triste fine di Icardi al PSG: a Bruges i compagni si rifiutano di passargli il pallone
Tra Pjanic e Koeman volano gli stracci: "Al Barcellona c'erano giocatori migliori di lui"
Tra Pjanic e Koeman volano gli stracci: "Al Barcellona c'erano giocatori migliori di lui"
Maglia numero 10 ad Ansu Fati: il Barcellona ha scelto l'erede di Messi
Maglia numero 10 ad Ansu Fati: il Barcellona ha scelto l'erede di Messi
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni