La Juventus è agli ottavi di Champions. I bianconeri soffrono ma alla fine riescono a battere il Ferencvaros ribaltando lo svantaggio iniziale. Decisivo, dopo il botta e risposta Uzumi-Cristiano Ronaldo, il gol nel recupero di Alvaro Morata subentrato al deludente Dybala. Una rete pesantissima quella dello spagnolo, arrivata proprio all'ultimo respiro, a regalare il primo obiettivo stagionale alla compagine di Pirlo, in una serata diventata complicata.

Botta e risposta Uzuni-Cristiano Ronaldo

La Juventus con una difesa per la prima volta nella sua storia tutta straniera e con Dybala nelle vesti di partner di Cristiano Ronaldo non convince nel primo tempo. Tanto possesso palla e palleggio, ma scarsa incisività, se Arthur è quello più lucido nel possesso palla e palleggio prolungato, CR7 si arrabbia a più riprese con i compagni per l'assistenza tutt'altro che precisa. Al contrario gli ospiti si difendono con ordine e appena possono riparto con la consapevolezza di chi non ha nulla da perdere. Non è un caso dunque che arrivi il gol del vantaggio magiaro con la zampata di Uzuni che prima sorprende Szczesny e poi festeggia alla Ronaldo con tanto di "siiiuuu". La rete scuote la squadra di Pirlo che aumenta l'intensità, anche se poi a togliere le castagne dal fuoco è sempre il solito bomber portoghese che con un gran sinistro spedisce il pallone all'angolino per il suo primo gol stagionale in Champions.

Il gol nel finale di Morata decide Juventus-Ferencvaros

Nella ripresa il Ferencvaros si abbassa ulteriormente e la Juventus si trasferisce in pianta stabile nella metà campo avversaria. Dopo un clamoroso palo colpito dallo sfortunato Bernardeschi, triplo cambio per Pirlo che sostituisce proprio il numero 33 con Chiesa, McKennie con Kulusevski e Dybala con Morata. Ancora una serata no per l'argentino che nonostante la generosità, spesso e volentieri ha girato a vuoto, senza rendersi mai pericoloso. Al contrario lo spagnolo fa sentire il suo peso in avanti e dopo un'occasionissima di Ronaldo sventata dal portiere magiaro, colpisce il secondo palo della serata bianconera. Pirlo si gioca il tutto per tutto a 10′ inserendo Rabiot e Ramsey al posto di Arthur e Bentancur, rivoluzionando la sua linea mediana. La Juventus ci prova fino alla fine e in pieno recupero arriva il pesantissimo gol vittoria, firmato da Morata abile a sfruttare di testa un cross di Cuadrado.

Juventus agli ottavi di Champions, cosa serve per il primo posto

Quello di Morata è un gol pesantissimo. Grazie al successo del Barcellona, sempre più primo, sulla Dinamo Kiev, la Juventus può strappare il pass per gli ottavi di finale di Champions con due turni d'anticipo. I bianconeri sono per ora sicuri del secondo posto, anche se potranno anche ambire al primato. Cosa servirà? Basterà vincere le prossime due partite, contro gli ucraini e in casa dei catalani, con almeno due gol di scarto.