5 Luglio 2022
8:54

“Kobe Bryant viene da me in sogno e mi parla”: la rivelazione dell’ex compagno dei Lakers

La presenza di Kobe Bryant è più che mai avvertita anche se il campione di basket NBA è scomparso da due anni: “È pazzesco, lo posso sentire”.
A cura di Paolo Fiorenza

Sono passati ormai più di due anni dalla tragica scomparsa di Kobe Bryant, morto il 26 gennaio 2020 assieme alla figlia Gianna e ad altre sette persone nell'incidente che vide precipitare in California l'elicottero del 5 volte campione NBA. Kobe non c'è più, eppure il suo lascito è ovunque, nel popolo Lakers per cui resterà una leggenda per l'eternità e nei ragazzini che in tutto il mondo si ispirano a lui, traendo linfa dalla Mamba Mentality.

E poi ci sono gli ex compagni di squadra, che hanno avuto il privilegio di vedere la storia della NBA nel suo farsi davanti ai loro occhi, e di approfittarne per mettere in bacheca qualcosa che sarebbe stato impossibile senza la presenza di Bryant. Il quasi coetaneo Lamar Odom ha vinto due titoli con i Los Angeles Lakers di Kobe nella loro seconda edizione, quella senza Shaquille O'Neal, nel biennio 2009-10.

Lamar Odom e Kobe Bryant in maglia Lakers
Lamar Odom e Kobe Bryant in maglia Lakers

Giocatore decisivo uscendo dalla panchina (vincerà il premio di miglior sesto uomo NBA nel 2011, suo ultimo anno in gialloviola), Odom ha fatto molto parlare di sé fuori dal campo, sia per il suo matrimonio con Khloe Kardashian, da cui divorziò dopo essere stato cacciato di casa per essersi rifiutato di andare in riabilitazione per la dipendenza da crack, che per i suoi stravizi, non solo droghe ma anche alcol e quant'altro. Dopo varie cadute all'inferno, oggi il 42enne newyorchese è pulito e sente più che mai vicino il vecchio amico, al punto di parlarci spesso in una dimensione onirica.

Odom e Bryant hanno giocato assieme per 7 anni a Los Angeles
Odom e Bryant hanno giocato assieme per 7 anni a Los Angeles

"Kobe viene spesso da me in sogno – ha detto ‘Lamarvelous' a TMZ – e parla con me tutto il tempo. Mi dice di tenere duro e continuare a combattere". Odom ha aggiunto che i sogni in cui c'è Bryant di solito includono anche momenti in cui i due giocano assieme a basket, come è accaduto per 7 stagioni con la maglia dei Lakers, dal 2004 al 2011, cementando anche un grande rapporto personale. Odom, che ha un tatuaggio di Kobe sul collo, ha detto di essere ancora ispirato dal suo amico: "È pazzesco, ecco perché amo tornare a Los Angeles. Lo posso sentire".

In tribunale i dettagli della morte di Kobe Bryant:
In tribunale i dettagli della morte di Kobe Bryant: "Foto dei cadaveri circolate come un pettegolezzo"
Foto decapitate di Kobe Bryant, il vice sceriffo che le ha scattate si difende:
Foto decapitate di Kobe Bryant, il vice sceriffo che le ha scattate si difende: "Niente di male"
Le foto orribili dei resti di Kobe Bryant e Gianna:
Le foto orribili dei resti di Kobe Bryant e Gianna: "Vanessa vive nella paura di vederle online"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni