Il mondo del basket è in lutto. All'età di 39 anni è morto negli Stati Uniti e per cause ancora sconosciute Robert Archibald: ex giocatore della Scavolini Pesaro. Oltre ad aver giocato nelle Marche nella stagione 2004/05, nella sua straordinaria carriera il pivot britannico era riuscito a scendere anche sui parquet americani della NBA con Memphis Grizzlies, Phoenix Suns, Orlando Magic e Toronto Raptors, entrando nella storia come primo giocatore scozzese del campionato di basket più famoso al mondo.

Dopo l'esperienza a Pesaro, Archibald tornò in Spagna (dove aveva già giocato a Valencia), chiudendo la sua avventura nel mondo della palla a spicchi con Malaga e Saragozza. Sul suo brillante curriculum riuscì ad inserire anche le Olimpiadi estive del 2012 con la Gran Bretagna e la vittoria dell'EuroCup dell'aprile del 2006 conquistata con Badalona.

Il tweet di Pesaro

Dopo la triste notizia, anche la Victoria Libertas Pesaro si è unita al cordoglio della famiglia e di tutti i tifosi con un messaggio toccante pubblicato su Twitter: "La VL è triste per la prematura scomparsa di Robert Archibald. Dalla società le condoglianze alla famiglia nel ricordo di un ragazzo esemplare e un atleta che ricorderemo sempre".

La conferma del suo decesso è arrivata nelle scorse ore da alcuni funzionari dell'Università dell'Illinois, dove Archibald si era trasferito da giovane e dove aveva mosso i primi passi nel basket universitario americano. Un portavoce dell'Università dell'Illinois ha inoltre confermato che l'ex cestista di Pesaro viveva in un sobborgo di Chicago, ma ha anche aggiunto di non sapere dove si trovava al momento della sua morte. Dopo il ritiro dell'attività agonistica, Archibald aveva trovato un impiego come broker assicurativo. A piangere la sua scomparsa anche il suo unico figlio: Robert Jr.