989 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Uno sparring colpisce accidentalmente in faccia Mike Tyson in allenamento: non lo doveva fare

Una sessione di allenamento di Mike Tyson con uno sparring partner non è andata esattamente come previsto. L’ex campione del mondo dei pesi massimi, che sta preparando l’attesissimo combattimento contro Jake Paul, è stato colpito accidentalmente al volto e l’ha presa molto male: “Hai fatto un errore, ti farò del male”
A cura di Paolo Fiorenza
989 CONDIVISIONI
Immagine

Mike Tyson ci sta dando dentro con gli allenamenti in vista del combattimento contro Jake Paul, che avrà luogo – attesissimo – il prossimo 20 luglio all'AT&T Stadium di Arlington in Texas, casa dei Dallas Cowboys di NFL. Il 57enne ex campione del mondo dei pesi massimi continua a registrare in video le sue sessioni di allenamento, in cui appare ancora in possesso di una potenza belluina, tale da far venire qualche timore anche alla fidanzata di Paul. In uno degli ultimi filmati, tuttavia, qualcosa è andato storto: uno degli sparring, che doveva lui colpire i pad di Tyson per testarne la difesa, lo ha colpito accidentalmente al volto, provocandone la reazione: non doveva decisamente farlo.

La sessione era dal tono leggero, visto che a indossare i guantoni contro Iron Mike era un tifoso che indossava una vestaglia, ma la faccia e la voce del pugile di Brooklyn quando è stato raggiunto dal pugno che ha superato la sua guardia non erano sicuramente scherzose. "Se qualcuno mi colpisce, lo faccio a pezzi", ha esclamato Tyson nel video postato su Snapchat. "Ti sto solo facendo sapere che hai fatto un errore e ti farò del male", ha aggiunto.

Una promessa che vale soprattutto per Jake Paul, più giovane di lui di 30 anni ma non per questo da molti considerato favorito: c'è chi pensa anzi che – qualora l'incontro sia ‘vero' – potrebbe durare molto poco e finire per KO dello youtuber già al primo round. Peraltro lo stesso Tyson ha appena sciolto i dubbi su come debba essere classificato il combattimento: non sarà un match professionistico ma un'esibizione, ma non per questo meno violenta, ha assicurato l'uomo con uno dei pugni più forti della storia della boxe.

"Questa si chiama esibizione, ma se la guarderai non vedrai nessuna delle regole in base alle quali ci affronteremo, questo sarà un combattimento – ha detto Tyson – Non penso che lui sia più veloce di me. Ho visto un video su YouTube di lui a 16 anni mentre ballava strane danze, non è il ragazzo con cui combatterò. Questo ragazzo verrà, proverà a farmi del male, cosa a cui sono abituato e si sbaglierà di grosso". Mancano poco meno di tre mesi al match, ma l'attesa già è ai massimi: Netflix, che lo trasmetterà in esclusiva, pregusta un record di audience mondiale.

989 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views