video suggerito
video suggerito

Un lottatore picchia selvaggiamente due donne, vergogna nelle MMA: di sport non c’è niente

In Romania è andato in scena un combattimento di MMA davvero vergognoso, tra un lottatore e due donne non professioniste: il Pervertito ha picchiato brutalmente e sconfitto per KO Bettyshor e Roxana. Ancora più scandalose le reazioni del pubblico dell’arena di Bucarest e dei commentatori: “Pelle d’oca!”.
A cura di Paolo Fiorenza
571 CONDIVISIONI
Immagine

Di sport non c'è davvero nulla nell'orrendo spettacolo – da qualsiasi parte lo si consideri – andato in scena in Romania: un incontro di MMA, le violente arti marziali miste, tra un lottatore noto come il Pervertito e due donne non professioniste, Bettyshor e Roxana. Il combattimento ha visto l'uomo avventarsi selvaggiamente contro le avversarie, mettendole KO al primo round.

"Un combattimento vergognoso e scandaloso"

Purtroppo non è raro assistere nell'Est europeo a incontri di MMA sui generis, caratterizzati da protagonisti o regole che trasformano l'evento sportivo in una baracconata, con evidenti rischi per i partecipanti. In questo caso le lottatrici avevano i caschetti, ma non cambia il giudizio su un'aberrazione come quella messa in scena dagli organizzatori. Gli stessi media locali hanno parlato di "un combattimento vergognoso e scandaloso", che è riuscito a "gettare la Romania nel Medioevo".

Il Pervertito contro Bettyshor e Roxana: MMA fuori controllo in Romania

L'incontro è stato organizzato nell'ambito di un meeting di MMA sotto l'egida RXF (Real Xtreme Fighting, organizzazione rumena), svoltosi nella Sala Polivalente di Bucarest. Di fronte c'erano il cosiddetto "Pervertito di Targu Ocna", un lottatore che potrebbe facilmente essere classificato come un peso massimo, e due donne di diversa estrazione. Bettyshor è una combattente amatoriale di MMA, nota per un precedente incontro in un meeting RXF con il vero nome Beatrice Ungureanu. Roxana Tutu è nota invece per essere un'ex concorrente di un noto programma televisivo rumeno.

L'eccitazione del pubblico e dei commentatori: "Pelle d'oca!"

Niente che possa giustificare lo spettacolo andato in scena a Bucarest. Ma ancora peggiori sono state le reazioni del pubblico dell'arena che ha sottolineato con boati i colpi dell'uomo, inneggiando anche lungamente al suo nome. Non meno vergognoso il commento dei telecronisti, che hanno esaltato il lottatore: "Spettacolo totale! Sono ragazze coraggiose. Sono state colpite duramente e sono coraggiose. L'intera Sala Polivalente è in piedi! Applausi! Mi è venuta la pelle d'oca. Nessuno sarà supportato come il Pervertito. Non sa nemmeno più dove colpire! Oh! Che gancio! Roxana Tutu è a terra! Ora si dirige minacciosamente verso Bettyshor. Che follia c'è in questa sala!", hanno detto i commentatori con grande eccitazione.

Le polemiche e la difesa dell'organizzatore

Il combattimento è stato senza storia, col corpulento lottatore che si è avventato fin dall'inizio sulle due donne, colpendole entrambe con pugni e calci. Il "Perversu de pe Targu Ocna" aveva un vantaggio fisico troppo grande vista la sua stazza ed è riuscito a vincere senza troppi sforzi il match. Data la viralità delle immagini e le polemiche conseguenti, l'organizzatore del meeting, Sebastian Vieru, è stato costretto a difendersi dalle accuse: "È uno spettacolo al quale hanno deciso di partecipare. Non c'è niente di fuori posto in un uomo che combatta una donna. È uno spettacolo, è una tendenza globale. Glielo abbiamo proposto e loro hanno accettato".

La presentazione del match alla vigilia
La presentazione del match alla vigilia

Ben diversi i toni dei commenti sui social, molto critici nei confronti dell'evento, fino ad arrivare all'indignazione. "È un disastro e un insulto per gli sport di contatto in Romania, una vergogna per gli organizzatori e per coloro che hanno permesso che ciò accadesse", ha scritto uno. Non meno duro un altro commento: "RXF?!… Sei la vergogna della Romania. È un orrore". Impossibile non essere d'accordo.

571 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views