La vittoria è sfuggita perché il norvegese Henrik Kristoffersen non ha commesso errori e si è dimostrato il più veloce. Già in testa dopo la prima manche, si è imposto in 1'37"85 tagliando per primo il traguardo (è la quarta volta che accade in stagione) lasciando solo le posizioni di rincalzo agli avversari di turno che nel caso sono stati due esponenti della valanga azzurra: Giuliano Razzoli e Stefano Gross, rispettivamente secondo e terzo posto sul podio. Tutto bene, dunque per i nostri colori con l'Italia che riassapora la gioia del podio.

Se è vero che l'armata norvegese lascia sempre meno spazi, sia nelle gare di giornata sia in classifica generale di Coppa del Mondo è pur vero che proprio per questo motivo chi riesce ad avvicinarsi ai giganti scandinavi possa godere di una stima quasi assoluta perché il compito è ancor più difficile. Così, il doppio podio azzurro è da applausi. Giuliano Razzoli ha chiuso al secondo posto in 1'38″15, precedendo Stefano Gross, terzo in 1'38″53 al settimo in carriera, a poco meno di un anno dalla piazza d'onore di Schladming 2015.  Per l'Italia, dopo una seconda manche a tratti sotto una fitta nevicata e con visibilita' precaria, c'e' poi in classifica Patrick Thaler 15/o in 1.39.39.

La spruzzata d'azzurro in tutto il rosso e bianco norvegese però non si vede di certo in classifica generale. Dove in Coppa del Mondo resta al comando proprio il norvegese Aksel Svindal, che non gareggia in slalom, con 816 punti. Secondo c'è a 801 l'austriaco Marcel Hirscher che oggi ha sbagliato tutto finendo fuori nella seconda manche dopo essere stato solo decimo nella prima. Terzo ecco l'altro norvegese, Kristoffersen con 671.

Ma l'Italia si è comportata benissimo anche nello slalom gigante di coppa del mondo femminile di Flachau. Federica Brignone ha tagliato il traguardo al terzo posto, dopo essere stata quinta in prima manche: è l'undicesimo in carriera per l'azzurra, che ha conquistato il podio in 2.30.50. nello slalom gigante di coppa del mondo femminile di Flachau. E' l'undicesimo in carriera per l'azzurra, che ha conquistato il terzo posto in 2.30.50.

La prossima tappa di Cdm maschile è a Kitzbuehel: venerdì mattina supergigante che, con una manche di slalom nel pomeriggio, vale anche per la combinata; sabato la classica discesa sulla leggendaria Streif e domenica slalom speciale. La prossima tappa di coppa del mondo femminile è invece in Italia, a Cortina d'Ampezzo: sabato prossimo discesa e domenica supergigante.