Olimpiadi Tokyo 2020
23 Luglio 2021
19:34

Paola Egonu, emozionata portabandiera olimpica: “Ho compreso la grandezza dello sport nel mondo”

Paola Egonu nella cerimonia di apertura dei Giochi di Tokyo è stata tra i sei atleti che ha tenuto la bandiera olimpica, in rappresentanza dell’Europa: “Una delle emozioni che una persona può vivere solo una volta nella vita. Sono grata di tanto onore, adesso tornerò a pensare a giocare e a quello che amo fare”
A cura di Alessio Pediglieri
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Olimpiadi Tokyo 2020

Prima c'è stata l'emozione di Jessica Rossi ed Elia Viviani che hanno calcato il palco della Cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici di Tokyo, poi è toccato a Paola Egonu vivere una delle più intense gioie in carriera. I primi due atleti azzurri hanno portato la bandiera tricolore in rappresentanza dell'Italia e della sua delegazione in Giappone, la campionessa di pallavolo ha invece tenuto il vessillo dei cinque cerchi, in rappresentanza dell'Europa.

Il tutto si è svolto durante la Cerimonia di apertura avvenuta nella giornata di venerdì 23 luglio, in un contesto ridimensionato dalle problematiche del Covid e dal proliferarsi della pandemia. Niente pubblico, organizzazione ridotta all'essenziale, tutti con la mascherina, nessun assembramento. Un clima di euforia e di gioia che però è diventato subito contagioso con le varie delegazioni in passerella. Musica, danze, giuramenti e dichiarazioni di rito, poi la parte finale del cerimoniale, forse il più sentito e più toccante: la bandiera dei cinque cerchi olimpici, la fiamma che incendia il braciere. In tutto questo, anche uno spicchio di Italia, con Paola Egonu.

E' stata un'emozione a dir poco incredibile: una esperienza che una persona vive solo una nella vita. Mi ha fatto capire quanto è grande il mondo dello sport. Ogni giorno ci alleniamo, viviamo, diamo il nostro contributo, ma ci sono anche altre persone che vivono e provano quello che provi tu.

La pallavolista azzurra Paola Egonu, al termine della cerimonia inaugurale di Tokyo 2020 in cui era fra i sei atleti che hanno portato la bandiera olimpica stenta a credere a tanto onore riconosciutole dal CIO. E' stata la rappresentante del Vecchio Continente, l'Europa:  "Felicissima. Resto ancora grata per essere stata scelta per questo ruolo. Adesso? Penserò alle partite e tornerò a fare il mio lavoro"

466 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni