Federica Pellegrini conquista la medaglia d'argento, nel giorno dei suoi ventisette anni, nei 200 stile libero. La nuotatrice veneta, che è sempre salita sul podio nei 200 metri stile libero dal 2005, è stata superata dalla diciottenne americana Katie Ledecky. Terzo posto per l'altra americana Franklin, che da molti era considerata la vera rivale dell'atleta azzurra (essendo la campionessa in carica). La gara si è decisa negli ultimi cinquanta metri in cui le due americane e la Pellegrini hanno cambiato marcia. La veneta è stata la più veloce negli ultimi 50 metri, ma la frazione da record non è bastata per avere la meglio della Ledecky, che punta a vincere quattro ori in questi Mondiali.

Lo straordinario record di Federica Pellegrini

Federica Pellegrini è la prima atleta che riesce a conquistare sei medaglie, in sei edizioni consecutive dei Mondiali di nuoto, nella stessa specialità. La campionessa italiana ha conquistato l'oro nel 2009 a Roma e nel 2011 a Shanghai. Nel 2005 e nel 2007 Federica è giunta al terzo posto, mentre nel 2013 e oggi a Kazan l'italiana ha ottenuto la medaglia d'argento.

"Ho lottato contro tutti, sono felice"

Commossa la Pellegrini ai microfoni di RaiSport ha punzecchiato coloro che l'avevano data per finita: "Sono molto felice. Non è stata facile e pensavo di non farcela. Perché ho lottato con delle avversarie molto forti e riprendere una medaglia nel mio ultimo Mondiale, a distanza di dieci anni dalla prima è stato meraviglioso. La forza di lottare l'ho trovata nel lavoro e nel piacere di nuotare i 200. Tutti mi dicevano che non ce l'avrei fatta e mi dicevano di fare i 400 perché lì la medaglia era sicuro, mentre i 200 erano troppo veloci. Per me è stato importantissimo riuscire a prendere una medaglia nello stile a dieci anni dalla prima nel mio ultimo Mondiale. Ieri avevo capito che la gara non sarebbe stata veloce. Non è stata facile perché tutte e otto eravamo in mezzo secondo e non si sapeva dove guardare. Io mi sono concentrata sulla Ledecky."