35 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Farsa al mondiale di boxe femminile: la campionessa vince ma poi perde, l’annuncio era sbagliato

Davvero incredibile quello che è accaduto al termine del mondiale di boxe femminile tra la britannica Nina Hughes e la neozelandese Cherneka Johnson: viene proclamata vincitrice la campionessa che festeggia, poi lo speaker rilegge tutto e cambia la decisione senza che nessuno ci capisca niente.
A cura di Paolo Fiorenza
35 CONDIVISIONI
Immagine

Ha davvero dell'incredibile, di surreale e farsesco, quanto accaduto ieri sera al termine del mondiale di boxe femminile tra Nina Hughes e Cherneka Johnson, match valevole per la corona WBA dei pesi gallo. Un incontro molto combattuto che si è risolto ai punti, senza che tuttavia nessuno capisse realmente chi avesse vinto al momento della lettura dei cartellini e della proclamazione da parte dello speaker. Anzi delle letture, visto che sono state due, una di seguito all'altra, senza nessuna spiegazione che chiarisse che il primo annuncio era sbagliato, dopo che la presunta vincitrice aveva già festeggiato e la presunta battuta era a capo chino. Tutto ribaltato nel secondo annuncio: stessi punteggi dei cartellini, ma nomi invertiti, nello sconcerto generale, in primis della ex campionessa Hughes, stavolta battuta per davvero.

La 41enne britannica Hughes e la 29enne neozelandese Johnson se le erano date di santa ragione, senza risparmiarsi sul ring di Perth, in Australia, ma il pugno risolutore non era arrivato. Il match si è dunque deciso ai punti ed è in quel momento che è cominciata la farsa. Dopo che l'arbitro del combattimento ha chiamato a centro ring le due atlete, l'annunciatore Dan Hennessey ha preso il microfono e ha declamato i tre cartellini dei giudici (95-95, 98-92 e 96-94), dichiarando poi con massima enfasi che il verdetto aveva premiato in maniera unanime la campionessa in carica Hughes, la cui mano è stata alzata al cielo dall'arbitro.

Come di prammatica, a quel punto ci sono state la classiche scene di giubilo della vincitrice e del suo staff, mentre la sconfitta sportivamente abbracciava la sua avversaria, probabilmente in cuor suo chiedendosi come i giudici avessero potuto vederla battuta in maniera così netta. Ma le cose sono cambiate in pochissimo tempo, con un ribaltone grottesco: lo speaker, senza alcun tipo di scuse o spiegazioni, ha iniziato a leggere nuovamente i punteggi dei giudici, mentre l'arbitro richiamava a centro ring le protagoniste nel caos più totale, mentre tutti si guardavano per capirci qualcosa.

I punteggi erano esattamente gli stessi, ma stavolta ad essere proclamata vincitrice è stata la sfidante Johnson, incoronata nuova campionessa WBA dei pesi gallo. La stessa neozelandese era così imbarazzata da festeggiare in maniera abbastanza contenuta, mentre d'altro canto la Hughes è rimasta basita per il clamoroso ribaltone, lamentandosi con ampi gesti di incredulità. Dopo il combattimento, l'inglese ha definito la decisione uno "scherzo" e ha proposto un match di rivincita.

La nuova campionessa dei pesi gallo WBA Cherneka Johnson
La nuova campionessa dei pesi gallo WBA Cherneka Johnson

La Hughes ha detto: "Non capisco proprio. Come possono annunciare che ho vinto e poi cambiare i punteggi? Pensavo di aver vinto comodamente. Non capisco come si possa annunciare il vincitore e poi cambiare i punteggi. È uno scherzo. Mi sento come se fossi stato derubata alla grande. Ci deve essere una rivincita. Non ho perso questo match". Dal canto suo, la Johnson era invece convinta di avere avuto la meglio sulla sua avversaria nel corso dei 10 round e ha tirato un sospiro di sollievo per la correzione della decisione: "Nina, è stato un combattimento duro, ma penso sicuramente di aver vinto".

35 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views