Alex Zanardi è ancora in coma farmacologico e ricoverato all'ospedale di Siena, dopo l'intervento neurochirurgico per le fratture al cranio e al volto riportate nell'incidente di Pienza. Il quadro clinico del campione di Handbike, che ha passato la sua seconda notte in terapia intensiva, intubato e supportato da ventilazione artificiale, rimane stabile e molto grave. Come riportato dall'ultimo bollettino medico del policlinico universitario Le Scotte, l'ex pilota ha "parametri emodinamici e metabolici stabili e il quadro neurologico resta grave. Alcuni dettagli, come il fisico allenato, ci regalano fiducia ma rischia di avere conseguenze alla vista e sulla respirazione". Un nuovo bollettino medico è atteso per le ore 12.00 di oggi.

Seguito costantemente dalla moglie Daniela e dal figlio Niccolò, accorsi subito dopo l'incidente accaduto durante la staffetta ‘Obiettivo Tricolore', Zanardi sta rispondendo bene alle terapie anche se la situazione rimane molto problematica: "Non è una situazione che vediamo tutti i giorni, è un tipo di trauma non così frequente: ne trattiamo due o tre all'anno simili. Ma ogni paziente è diverso – ha dichiarato all'ADN Kronos Giuseppe Oliveri, direttore dell'Uoc Neurochirurgia ospedaliera dell'Azienda ospedaliero-universitaria senese – L'unica cosa che posso dire è che, per il suo quadro clinico e non perché si tratti di un personaggio come Alex Zanardi, è un paziente che vale la pena curare: ma è presto per fare delle previsioni".

Sabino Scolletta, direttore del Dipartimento Emergenza Urgenza dell’Aou senese
in foto: Sabino Scolletta, direttore del Dipartimento Emergenza Urgenza dell’Aou senese

Come sta Zanardi: i medici parlano di ‘tempi lunghissimi'

In attesa del nuovo bollettino medico, tutta l'Italia rimane dunque con il fiato sospeso per il 53enne bolognese."Ci possono essere lesioni alla vista e abbiamo chiesto consulenza ad hoc – ha spiegato Sabino Scolletta, il direttore del Dipartimento Emergenza Urgenza dell'Aou senese – E a livello neurologico il quadro al momento è così compromesso a livello facciale che dobbiamo attendere il momento in cui potremo sospendere la sedazione. Ma non se ne parla prima della prossima settimana. Lo stato fisico generale è buono, lui è un grande atleta e quindi era in buone condizioni generali. questo è comunque un fatto positivo. Difficile dire se potrà tornare lo Zanardi ora, possono esserci danni permanenti e magari no".