70 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

Bodybuilder muore a 34 anni, messaggio straziante: “Domani è il mio compleanno, si può fare festa in paradiso?”

Cristian Annes, è morto a 34 anni per gravi complicazioni ai reni. Ne aveva uno solo dalla nascita ma ha sempre vissuto senza alcun problema. Poi la scoperta terribile dopo un esame di routine, ha tenuto nascosto tutto alla fidanzata che ha raccontato la sua vicenda in un lungo post su Instagram concluso con una dedica sofferta.
A cura di Maurizio De Santis
70 CONDIVISIONI
Immagine

Il bodybuilder brasiliano, Cristian Annes, è morto a 34 anni per complicazioni ai reni. Ne aveva uno solo dalla nascita ma questo non gli ha mai impedito di vivere in maniera serena almeno fino a quando a dicembre 2022 non ha ricevuto la bruttissima notizia. Per un anno non si è sottoposto ad alcuna cura, tenendo nascosto a tutti la sofferenza e i rischi che i valori del tutto sballati delle analisi avevano rivelato.

Voleva vivere, sentiva dentro di sé di non avere più molto a disposizione rinviando il trattamento di dialisi solo a fine 2023. Ignara delle sue condizioni anche la fidanzata, Wana Teixeira, che in un lungo post su Instagram ha raccontato cosa è successo, come il compagno l'abbia tenuta all'oscuro dopo aver svolto quello che sembrava un controllo di routine e come abbia trascorso gli ultimi giorni di vita.

Annes era anche entrato in lista per ottenere un trapianto solo due mesi fa ma era troppo tardi per tutto. Un mese fa il ricovero d'urgenza in ospedale, le sue condizioni erano ormai compromesse: il 5 febbraio scorso il suo cuore ha smesso di battere. Influencer, cultore del fisico che allenava e curava con alimentazione specifica, Annes non era solo il ‘mister muscolo' innamorato del proprio corpo scolpito: aveva studiato nutrizione sportiva e i titoli conseguiti gli avevano permesso di restare nel mondo delle palestre anche come coach che conosce gli esercizi e traccia le schede ma sa anche consigliare quale regime alimentare seguire.

"Ho scoperto che mi aveva mentito sull'esito degli esami – inizia così il racconto della fidanzata -. Sapeva che avevo paura degli aghi. Ti sei divertito ogni minuto, hai realizzato tutti i tuoi sogni, hai conquistato tutto. Era come se sapessi già che tutto sarebbe stato l'ultima volta ma non mi hai detto niente".

L'ultimo post condiviso in rete da Cristhian Annes risale al 21 dicembre scorso, in occasione del suo compleanno. Quelle parole allora sollevarono molto dubbi, sembrarono enigmatiche. Alla luce di quanto accaduto il significato di quelle affermazioni è tremendo e doloro: "E così è passato un altro anno di vita. Confesso che a volte non capiamo quello che Dio vuole esattamente, ma mi affido a lui perché ogni cosa ha un suo disegno anche nei momenti peggiori. Oggi è il mio compleanno, scambierò gli auguri con le persone che mi stanno accanto quando ne ho avuto più bisogno, la mia famiglia, la mia ragazza @wanateixeira… e non potevo fare a meno di parlare dei miei studenti che mi hanno sorpreso per quanto mi sono affezionati. Non ho parole per ringraziarvi".

Straziante lo sfogo della fidanzata, Wana. È stato come lasciar scorrere il dolore assieme alle lacrime. "Ho sbattuto il piede in quell'unità di terapia intensiva perché credevo nei miracoli. Non posso crederci, ho la sensazione che tornerai da un momento all'altro, il mio petto sta per scoppiare e ora non ho le tue braccia, verso le quali sono sempre corsa. Ho paura, sono disperata, ti grido e per la prima volta non mi ascolti. Non so che direzione prenderà la mia vita adesso. Grazie di tutto, proteggimi, guardami da lassù e dammi la forza per continuare. Domani è il mio compleanno, si può fare una festa in paradiso?".

70 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views