Olimpiadi Tokyo 2020
19 Agosto 2021
17:37

Arianna Errigo derubata dei suoi trofei si rivolge ai ladri: “Sapete dove abitano i miei genitori”

È un momento di grande sofferenza per Arianna Errigo, cui i ladri hanno sottratto tutti i trofei vinti in carriera. Il furto è avvenuto in casa dei genitori della 33enne monzese, che manda un messaggio accorato ai malfattori: “Avete rubato tanto ma alcune cose non si possono ricomprare. Grazie a voi molte bacheche rimarranno vuote”.
A cura di Paolo Fiorenza
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Olimpiadi Tokyo 2020

Dopo Lorenzo Zazzeri, anche Arianna Errigo affronta il dolore del furto di oggetti dal valore affettivo inestimabile. Se nel caso del nuotatore si era trattato del borsone contenente tutti i ricordi delle Olimpiadi –  fortunatamente esclusa la medaglia d'argento della staffetta, che aveva al collo – per la schermitrice il danno è molto più ingente, visto che le sono stati sottratti tutti i trofei vinti in carriera, che si trovavano a casa dei suoi genitori.

È la stessa 33enne schermitrice monzese a raccontare cosa è successo, con uno sfogo sui propri profili social: "Siete entrati a casa dei miei genitori, mentre loro erano in vacanza. La rabbia che ho dentro non posso descriverla. A casa mia tengo poco e niente dei miei trofei, delle coppe, medaglie e riconoscimenti che ho ottenuto in tutta la mia carriera. Le ho volute lasciare a casa dei miei genitori in attesa della fine della mia carriera per avere la mia stanza e finalmente sistemare tutti i miei ricordi più belli".

La Errigo cerca di far arrivare ai ladri la propria sofferenza, sperando in un gesto di ravvedimento che li riscatti: "Avete rubato tanto ma alcune cose non si possono ricomprare. Grazie a voi molte bacheche rimarranno vuote, scaffali senza i riconoscimenti più importanti del mio percorso sportivo. Ci sono anche oggetti che non hanno nessun valore economico ma il valore affettivo che hanno per me è infinito. Sicuramente non leggerete mai questo messaggio ma se per sbaglio vi arrivasse, sapete dove abitano i miei genitori".

La fiorettista azzurra è reduce dalla medaglia di bronzo vinta nel concorso a squadre alle Olimpiadi di Tokyo, ma il bottino dei ladri è sconfinato quanto il palmarès della Errigo: ci sono l'oro e l'argento olimpici del 2012 a Londra, gli 8 ori mondiali individuali ed a squadre, più una quantita sterminata di altre medaglie e trofei. Una perdita devastante, un pezzo di vita portato via a tradimento.

466 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni