1.521 CONDIVISIONI
Opinioni
Pamela Prati e il caso Mark Caltagirone
23 Luglio 2022
13:32

Pamela Prati vorrebbe dimenticare Mark Caltagirone ma l’Italia non dovrebbe

Pamela Prati è a un passo dall’ingresso nella casa del Grande Fratello Vip e rilascia interviste nelle quali dichiara di voler dimenticare la vicenda di Mark Caltagirone, essendo stata parte lesa in una “truffa affettiva crudele”. Ma è troppo facile il colpo di spugna quando il pubblico è ancora a corto di risposte sui responsabili del Pratigate.
A cura di Eleonora D'Amore
1.521 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Pamela Prati e il caso Mark Caltagirone

Si torna a parlare di Pamela Prati come concorrente del Grande Fratello Vip 2022. La possibilità sembra più che concreta e a breve si saprà se il suo ingresso nella Casa di Cinecittà sarà resa ufficiale a settembre. Nel frattempo, la showgirl continua a rilasciare interviste nelle quali rifugge l'idea di parlare ancora del caso Mark Caltagirone, continuando a dichiararsi parte lesa in una "truffa affettiva crudele". L'ultima al Corriere: "Preferirei che quel nome non comparisse in questa intervista. Ho subito una truffa affettiva crudele, tagliata su misura per me. Non voglio aggiungere nulla: se ne stanno occupando gli avvocati nelle sedi appropriate".

Sull'inesistenza di Mark Caltagirone, a fronte delle numerose interviste televisive in cui ha dichiarato il contrario, ha aggiunto: "Nella mia autobiografia l’ho spiegato: sono stata spinta a farlo. Però vede che anche adesso sembra quasi mi debba giustificare? Nessuno ha chiesto conto a Roberto Cazzaniga, il pallavolista che ha subito una truffa simile. Per lui solo solidarietà e affetto: peraltro sacrosanti. Quello che mi dispiace è che tutti hanno pensato ci abbia guadagnato qualcosa, eppure da quando è successo io non ho più lavorato. Ho subito una violenza gravissima e francamente non posso che andare a testa alta per essere sopravvissuta".

Il punto è che accostarsi a Roberto Cazzaniga stride quanto il voler glissare su tutta la vicenda che per mesi ha monopolizzato la tv in modo fallace, marchiata da tutta una serie di bugie e macchinazioni che ancora oggi non hanno trovato una collocazione. Nessuno ha pagato per il circo mediatico messo su in quasi un anno di ospitate, inclusive di coinvolgimento di minori (il finto figlio Sebastian) e di profili social falsi, aperti per supportare la fitta rete di comunicazioni. Pamela Perricciolo, una delle socie della Aicos, disse a Fanpage.it che "Pamela Prati sapeva", attribuendole parte delle responsabilità nell'organizzazione di quello che poi è diventato il Pratigate. Da allora, le versioni di Perricciolo, Michelazzo e Prati non hanno mai più trovato piena convergenza.

Accadeva nel giugno 2019, da allora un assordante silenzio su quanto accaduto dopo il solo processo televisivo al quale furono sottoposte. A differenza delle ex socie, i tentativi di Pamela Prati di tornare alla ribalta si sono susseguiti con il lancio di autobiografie e singoli estivi, ma nulla lasciava presagire questo improvviso volersi riappropriare della scena. L'unica speranza, vanificata ancora una volta, è che lo facesse per chiudere un cerchio con delle risposte che includessero i responsabili materiali e la natura della truffa stessa. Il pubblico è rimasto a corto di spiegazioni e adesso dovrebbe assistere nuovamente alla sua presenza in uno dei reality show più visti della tv generalista perché si ha voglia di dimenticare? Un colpo di spugna repentino, troppo facile quando le macchie sono ostinate e fanno fatica a scomparire.

1.521 CONDIVISIONI
Casertana di origine, napoletana di adozione. Laureata in Lingue e Letterature Straniere all'Università L'Orientale di Napoli, lavora a Fanpage.it dal 2010, anno in cui il giornale è nato. Caposervizio dell'area spettacolo.
184 contenuti su questa storia
Pamela Prati contro Verissimo:
Pamela Prati contro Verissimo: "Basta lucrare su di me", la replica: "Basta lo diciamo noi"
Pamela Prati a Napoli per la statuina di Mark Caltagirone
Pamela Prati a Napoli per la statuina di Mark Caltagirone
“Pratiful” è finito tranne che per le sue protagoniste: anche la Michelazzo ha inciso una canzone
“Pratiful” è finito tranne che per le sue protagoniste: anche la Michelazzo ha inciso una canzone
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni