1.738 CONDIVISIONI
4 Luglio 2022
16:49

Pretty Woman con Julia Roberts e Richard Gere: il cast e le curiosità della commedia romantica

Il film di Garry Marshall nonostante abbia più di tre decenni, ogni volta che viene trasmesso in televisione milioni di telespettatori ne decretano, puntualmente, il successo di ascolti. Eppure, ci sono ancora svariate curiosità che sicuramente non sapevate.
1.738 CONDIVISIONI
Richard Gere e Julia Roberts in Pretty Woman
Richard Gere e Julia Roberts in Pretty Woman

Pretty Woman è senza ombra di dubbio uno dei film più amati e conosciuti mai girati negli Anni Novanta, e mantiene intatto questo primato anche a distanza di più di tre decenni dalla prima apparizione sul grande schermo. Per cui ogni volta che viene trasmesso in televisione riesce sempre a fare incetta di ascolti. Il film, diretto da Garry Marshall nel 1990, ha lanciato le carriere dei due protagonisti Richard Gere e Julia Roberts nell’Olimpo di Hollywood. La pellicola è considerata da molti critici come il più grande successo del proprio genere, ma ci sono ancora alcune curiosità che, probabilmente, non sapevate come il fatto che, inizialmente, non era previsto un lieto fine e i protagonisti potevano essere due attori diversi da quelli a cui ormai abbiamo attribuito i volti di Vivian ed Edward.

Il cast del film

Oltre ai protagonisti del film, ovvero Julia Roberts e Richarde Gere che, in qualche modo, diedero inizio ad una carriera brillante grazie a questi ruoli, tanti sono gli altri nomi piuttosto conosciuti e presenti in Pretty Woman. Ecco, quindi, i principali ruoli e chi li ha interpretati:

  • Ralph Bellamy: James Morse
  • Jason Alexander: Philip Stuckey
  • Laura San Giacomo: Kit De Luca
  • Alex Hyde-White: David Morse
  • Amy Yasbeck: Elizabeth Stuckey
  • Elinor Donahue: Bridget
  • William Gallo: Carlos
  • Héctor Elizondo: Barney Thompson
  • Judith Baldwin: Susan
  • Larry Miller: mister Hollister
  • Hank Azaria: detective Albertson

Le curiosità da sapere sul film Pretty Woman

A rendere un film iconico sono tanti fattori, non soltanto le modalità di scrittura e l'uso della macchina da presa, ma anche tanti piccoli dettagli che sono stati in grado di costruire qualcosa di unico e probabilmente irripetibile. Anche una commedia romantica come Pretty Woman nasconde una serie di segreti e curiosità di cui non tutti sono a conoscenza.

1. Il finale doveva essere drammatico

In origine, “Pretty Woman” non doveva essere una commedia sentimentale ma un dramma ambientato a New York. La relazione tra Vivian e Edward doveva trattare anche tematiche più “impegnate” come la dipendenza dalla droga di Vivian. Queste parti  della sceneggiatura, però, vennero considerate dannose per la rappresentazione scanzonata del personaggio femminile e, quindi, furono "spostate" nel personaggio dell'amica di Vivian, Kit (Laura San Giacomo).

2. I protagonisti di Pretty woman che potevano sostituire Julia Roberts e Richard Gere

La ricerca degli attori per il film fu un processo abbastanza lungo. Marshall aveva, inizialmente, preso in considerazione gli attori Christopher Reeve, Daniel Day-Lewis, Denzel Washington e Al Pacino per il ruolo di Edward Lewis. Anche per la parte di Vivian ci furono varie considerazioni. Il regista offrì la parte a Karen Allen, Meg Ryan, Michelle Pfeiffer, Molly Ringwald, Daryl Hannah, Jennifer Jason Leigh e anche alla nostra Valeria Golino. Quando tutte le attrici rifiutarono il ruolo, decise di affidare la parte alla allora poco conosciuta Julia Roberts.

Richard Gere è Edward
Richard Gere è Edward

3. La stupenda colonna sonora

La pellicola è nota anche per la colonna sonora, che riscosse un successo clamoroso. Naturalmente, la canzone più nota è “Oh, Pretty Woman”, del 1964, di Roy Orbison, che ha ispirato il titolo del film. Il sottofondo musicale è stato composto da James Newton Howard, col titolo “He Sleeps / Love Theme”, am ci sono altri pezzi straordinari come “Wild Women Do”, di Natalie Cole, “It Must Have Been Love”  dei Roxette, “Fallen” di Lauren Wood e “Show Me Your Soul” dei Red Hot Chili Peppers.

Julia Roberts è Vivian
Julia Roberts è Vivian

4. Il budget e gli incassi

Il film è costato circa 14 milioni di dollari e fu un enorme successo al botteghino. La pellicola guadagnò 178.406.268 dollari negli Stati Uniti e altri 285.000.000 dollari nel resto del mondo per un totale di 463.406.268 dollari. In Italia, nella stagione 1990/91, si classificò secondo al box office dietro “Balla coi lupi” di Kevin Costner.

5. Julia Roberts candidata all’Oscar

Il film ricevette pareri molto positivi anche da parte della critica, soprattutto Julia Roberts ottenne riscontri entusiastici per il ruolo della giovane prostituta, che le valase la vittoria del Golden Globe come Migliore attrice in un film commedia o musicale e una nomination all'Oscar come Migliore attrice nel 1991.

6. La scena della collana

La scena in cui Edward (Richard Gere) chiude la scatola della collana sulle dita di Vivian (Julia Roberts) fu totalmente improvvisata. La risata di Julia Roberts, quindi, era vera e il regista decise di tenerla. La collana che Vivian indossa, poi, a teatro era vera e costa 250.000 dollari. Infatti, durante le riprese, un addetto alla sicurezza della gioielleria che l’aveva data in prestito era sempre presente (ed armato) dietro al regista.

7. L'opera che si vede in Pretty Woman è La Traviata

L’opera che Edward e Vivian vanno a vedere a teatro è “La Traviata”, di Giuseppe Verdi che racconta, appunto, la storia di una prostitute che s’innamora di un uomo ricco.

Richard Gere e Julia Roberts all’Operà di Parigi
Richard Gere e Julia Roberts all’Operà di Parigi

8.  Il titolo doveva essere “3000”

Il titolo, in origine, doveva essere “3000” come la cifra pattuita in una delle scene del film tra Vivian e Edward per far si che la ragazza restasse in albergo per un’intera settimana. In seguito, però, il regista e la produzione decisero di riprendere il titolo della canzone portante del film, “Oh, Pretty Woman”, di Roy Orbison.

9. L’insegna dell’Hotel

Nelle riprese iniziali, noterete che alcune  lettere al neon, che compongono la scritta “Hotel”, sono rotte. Le restanti due compongono la scritta “Ho”, termine slang che proviene da “Whore”, letteralmente “prostituta”.

10. L’ultimo film di Ralph Bellamy

Pretty Woman” è stato l’ultimo film girato dal grande Ralph Bellamy, che nel film è James Morse. L’attore, infatti, morì il 29 novembre 1991, all’età di 87 anni.

L’attore Ralph Bellamy
L’attore Ralph Bellamy

11. Il poster del film è stato modificato

L'iconico poster del film, dove appaiono le gambe chilometriche di Julia Roberts, coperte dagli stivali è in realtà un fotomontaggio. Se il volto è quello della Roberts, infatti, il corpo è in realtà dell'attrice Shelley Michelle, che partecipò anche come controfigura nelle riprese più sexy del film.

1.738 CONDIVISIONI
Pretty Woman vince agli ascolti anche alla 30esima replica, gli italiani sognano con Vivian e Edward
Pretty Woman vince agli ascolti anche alla 30esima replica, gli italiani sognano con Vivian e Edward
Richard Gere:
Richard Gere: "Non ci sarà un remake di Pretty Woman, ora penso solo ai miei figli"
Le foto di Thomas Santu, attore e fidanzato di Virginia Raffaele
Le foto di Thomas Santu, attore e fidanzato di Virginia Raffaele
361.172 di Spettacolo Fanpage
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni