Lei si chiama Rosie Kremer, ha 24 anni, ed è morta poche ore dopo aver dato alla luce suo figlio. A ucciderla è stato un tumore al tronco cerebrale che l'ha consumata per tutto il corso della gravidanza, senza però che alcun medico sia riuscito mai a diagnosticarglielo. La donna da tempo accusava malessere, vomito, vertigini e difficoltà a parlare, ma tutti i 23 medici a cui si era rivolta avevano dato la colpa dei suoi sintomi ad una labirintite. Rosie si è spenta dopo aver trascorso le ultime 5 settimane della sua vita a letto incapace di muoversi e di parlare.

I sanitari tuttavia sono riusciti a far partorire la donna prima del decesso salvando il figlio grazie a un taglio cesareo. La vera causa della morte di Rosie è stata scovata però solo al momento del parto, quando ormai non era più possibile intervenire per tentare di salvarla. Ora la madre annuncia una battaglia legale e avverte che denuncerà i medici che hanno visitato la figlia: "Se solo la malattia fosse stata diagnosticata in tempo Rosie sarebbe ancora viva", ha dichiarato a Metro.uk.