Sono immagini davvero scioccanti quelle registrate dalle telecamere a circuito chiuso di un complesso residenziale di Ibiza: mostrano l’incubo vissuto dal deejay inglese Kenny McSween, 38 anni. Il tutto è durato una ventina di minuti, ma sicuramente l'uomo non li dimenticherà per tutto il resto della sua vita. "Mi ha rosicchiato la faccia, sentivo che grondavo sangue e lui che ‘ringhiava' e ansimava. Pensavo che sarei morto”, ha raccontato Kenny al Mirror. L’aggressione è avvenuta nel condominio di Palmera Apartment nella baia di San Antonio a Ibiza, dove abita.

"Quando è arrivata la polizia – denuncia Kenny – ha arrestato me e non lui, non so come sia possibile. Ho spiegato agli agenti quello che è successo, ma non l'hanno arrestato. Gli avrebbe detto che mi aveva scambiato per un ladro. Non posso crederci".

Il suo aggressore avrebbe raccontato alle forze dell’ordine di averlo assalito perché lo aveva scambiato per un ladro. Il Dj è stato ricoverato all'ospedale locale, dove gli hanno messo sette punti di sutura. “Onestamente – spiega il 38enne – ero sicuro che mi avrebbe ucciso-ha poi dichiarato il DJ-mi sento come se avessi appena terminato 12 round contro Mike Tyson. La mia faccia è gonfia come un pallone, sanguinavo da tutti i punti in cui mi aveva morso. Il rumore dei suoi denti che mi mordono mi perseguita ancora, ringhiava come un animale“ dice il ragazzo.