Proprio sulle pagine di Fanpage.it avevamo dato la notizia dell'indagine aperta dal pm di Verona, Federica Ormanni sul caso di Brenda, ora, però, la novità è un'altra: Andrea Felicetti si sposa. Il compagno della bella brasiliana scomparsa da Castelnuovo del Garda lo scorso 18 luglio, sta per unirsi in matrimonio con Veronica, una giovane con cui dichiara di aver iniziato a frequentarsi dopo che Brenda era svanita nel nulla. Andrea sposerà la colombiana per evitare che la ragazza, il cui permesso di soggiorno in Italia è ormai scaduto, debba abbandonare il paese. "Ci saremo sposati lo stesso" precisa, tuttavia.

Il triangolo

Che Andrea Felicetti non fosse più innamorato di Brenda lo aveva capito lei stessa, tanto che da mesi diceva alle amiche che avrebbe voluto lasciare la villetta di Camalavicina, perché lui non la trattava più come la sua compagna. Maria Aparecida, in realtà, aveva confidato alle amiche di aver scoperto che lui la tradiva con una donna, che voleva affrontarla e che questa l'aveva minacciata. Davanti alle telecamere della Tv, Andrea Felicetti ha però negato che questa donna fosse Veronica, la donna che sta sposare (anche lei madre, come Brenda) e che afferma di aver conosciuto dopo il 18 luglio, il giorno in cui Maria Aparecida Soares, detta Brenda, è scomparsa.

L'ultimo giorno di Brenda

Ripercorriamo le tappe di quel giorno. La mattina Brenda prende il treno da Peschiera Del Garda per raggiungere Verona e prendere l'auto di Andrea. Arriva in città alle 11, va dal medico, poi al supermercato e intorno alle 15 dal parrucchiere, il cui negozio è a pochi metri dall'ufficio dove lavora Andrea. Il personale del negozio di parrucchiere ricorda di averla vista andare via con un uomo che lei indicava come il suo compagno. Felicetti nega di essersi incontrato con la convivente a quell'ora, ma poi, sempre davanti ai microfoni dei giornalisti, ammette che forse può averla raggiunta, ma non ricorda con esattezza. Il particolare, peraltro, sul foglio dove ha appuntato tutti i movimenti di quel giorno, non compare. Nelle ore che trascorrono fino alle 18 e 30, quando la coppia rientra in auto a Camalavicina, Brenda sarebbe in giro a Verona, da sola. L'ultima telefonata dal suo cellulare è all'amica Georgiana, alla quale chiede ospitalità. Il proposito di lasciare Andrea, dopo tanti mesi di esitazione, sembra essersi fatto irrevocabile. Perché?

La scomparsa

Dalle 21 circa nessuno ha notizie dell'esistenza in vita di Brenda. Non risponde alla chiamata di sua figlia Gabriela sul cellulare, nessuno la vede. Andrea dichiara di averla lasciata in sala, dove ormai dormiva da giorni e di essere andato a dormire in camera, da solo, molto presto, alle 22. "Ho percepito che era uscita, quella sera, ma lo aveva già fatto, non potevo andarle dietro tutte le sere" dice Andrea. Il pomeriggio del giorno seguente Felicetti denuncia la scomparsa di Brenda ai carabinieri. In casa sono rimasti il cellulare, la patente e la carta di credito di Brenda, manca solo il suo passaporto. Scaduto.

La mobilitazione della comunità brasiliana

Da quel momento Maria Aparecida viene considerata una donna scomparsa, ma le indagini vere e proprie non cominceranno prima di cinque mesi, quando la Procura apre un fascicolo per omicidio. Al vaglio del pm presto ci saranno gli esiti dell'esame del telefonino di Brenda, che racconterà molte cose, tra cui anche l'identità di chi ha cancellato i profili social della brasiliana quella notte. Chiunque sia stato, tuttavia, ne ha lasciato aperto uno, di cui forse non conosceva l'esistenza. Mentre Andrea Felicetti prepara i fiori d'arancio, le amiche di Brenda e tutta la comunità brasiliana in Italia continuano ad organizzare sit in per mantenere viva l'attenzione sul caso. Il prossimo è previsto per il 12 gennaio 2019 a Camalavicina, a pochi passi dalla casa del futuro sposo.