Un bimbo appena nato è stato trovato questa mattina intorno alle 9 abbandonato all'interno di un borsone sportivo nel parcheggio di fronte al cimitero del comune di Rosolina, in provincia di Rovigo.

A fare la drammatica scoperta i frequentatori del camposanto, che hanno sentito il pianto disperato del bambino e hanno immediatamente dato l'allarme chiamando i soccorritori. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della Compagnia di Adria ed i soccorritori del Suem-118.

Come spiegato a Fanpage.it dall'Ospedale Santa Maria della Misericordia di Rovigo il neonato, maschio, bianco e chiamato Giorgio, aveva ancora il cordone ombelicale attaccato e la placenta. Il borsone in cui era stato adagiato era stato posto nei pressi dei cassonetti della spazzatura, ma i suoi vagiti hanno attirato l'attenzione di alcune donne che si stavano recando al cimitero. Dopo l'arrivo dell'ambulanza il neonato è stato immediatamente trasportato in ospedale a Rovigo in condizioni di ipotermia, segno che potrebbe aver trascorso molte ore all'addiaccio prima di essere avvistato. Una volta giunto nel nosocomio è stato preso in cura dai medici e sistemato in una speciale culla termica per il ripristino di una normale temperatura corporea.

Il neonato ha risposto bene al trattamento sanitario e la prognosi,inizialmente riservata, è stata sciolta nelle scorse ore: il piccolo infatti ha risposto benissimo agli stimoli ed è ormai fuori pericolo. Non solo: ha letteralmente divorato la prima poppata che gli è stata somministrata in ospedale. I militari dell’Arma sono già al lavoro per raccogliere le testimonianze su quanto accaduto, alla ricerca di chi abbia abbandonato il neonato subito dopo averlo dato alla luce.