467 CONDIVISIONI
L'omicidio di Willy Monteiro Duarte a Colleferro
15 Luglio 2021
15:50

Willy, il medico legale in aula: “Preso alle spalle, un colpo ha danneggiato polmoni e cuore”

Si è tenuta oggi, nell’aula del Tribunale di Frosinone, la nuova udienza del processo per l’omicidio di Willy Monteiro Duarte. A deporre, il medico legale che ha eseguito l’autopsia sul corpo del giovane, Saverio Potenza. Willy è stato colpito alle spalle molto probabilmente da un calcio, che “ha danneggiato polmoni e cuore, proveniente dalla zona posteriore del corpo”.
A cura di Natascia Grbic
467 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
L'omicidio di Willy Monteiro Duarte a Colleferro

È stato colpito con almeno quattro pugni in faccia, poi calci e botte su tutto il resto del colpo: nei venti secondi in cui ha avuto luogo il pestaggio di Willy Monteiro Duarte c'è stato almeno un colpo che ha segnato la sorte del ragazzo, uccidendolo. Un calcio molto probabilmente, portato con così tanta forza da danneggiare cuore e polmoni. "C'è una lesione importante compatibile con dei traumi posteriori", ha dichiarato oggi nell'aula del Tribunale di Frosinone Saverio Potenza, il medico legale che ha eseguito l'autopsia sul corpo di Willy Monteiro Duarte, il 21enne di Paliano ucciso a calci e pugni la notte tra il 5 e il 6 settembre 2020. Segno che il giovane è stato colpito alle spalle dai suoi assassini. "Sono state riscontrate sei lesioni al volto all'altezza degli zigomi", ha spiegato Potenza. "Segni che sono stati lasciati in momenti e da traumi diversi, compatibili con dei pugni. Almeno 4 pugni diversi". Ciò che ha segnato la sorte di Willy, complicandone il quadro clinico, è stato per il medico legale "probabilmente un calcio. Si tratta di un trauma a fascia che ha danneggiato polmoni e cuore proveniente dalla zona posteriore del corpo".

La mamma di Willy non presente in aula

Il colpo che ha ucciso Willy è stato molto probabilmente quello portato alla carotide. Ma anche le lesioni ai polmoni potrebbero averne provocato il decesso. "Sia la lesione ai polmoni che quella alla carotide possono aver causato la morte di Willy, il cui cuore ha smesso di battere per un'insufficienza cardiocircolatoria. Abbiamo trovato segni di traumi contusivi anche alla milza, al diaframma e al fegato". La difesa ha tentato di dire che Willy Monteiro Duarte aveva patologie preesistenti, che però sono state escluse dal medico legale. "Era sano come un pesce", ha dichiarato. In aula sono state mostrate le immagine dell'autopsia effettuata sul corpo del ragazzo. Motivo per il quale la madre, presente a tutte le udienze, questa volta non è entrata in aula. Presente in aula dei quattro imputati solo Francesco Belleggia, l'unico ai domiciliari, mentre Gabriele Bianchi, Marco Bianchi e Mario Pincarelli hanno assistito all'udienza in collegamento dal carcere.

467 CONDIVISIONI
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni