Secondo i dati del governo, il Lazio è attualmente la regione italiana che ha vaccinato più cittadini con età compresa tra i 70 e 79 anni. Dopo gli over 80, ovviamente, sono loro le persone più a rischio e, quindi, da immunizzare al più presto così come richiesto dalla nuova ordinanza firmata ieri commissario straordinario, il generale Figliuolo. Nella regione della Capitale le prenotazioni per i 79enni e i 79enni sono cominciate lo scorso 5 marzo e quelle per i 71enni e 70enni sono state aperte il 20 marzo, dopo quindici giorni. Dal 5 marzo a oggi, quindi in circa un mese, hanno ricevuto la prima dose 168.640 persone e quasi 20mila hanno già ricevuto anche i richiamo. Questo significa che ogni giorno sono state somministrate oltre 6mila dosi a persone con età compresa tra 70 e 79 anni. Complessivamente ha già ricevuto la prima dose il 29,4 per cento dei 70enni e il 3,4 per cento ha ricevuto anche il richiamo. Nessuna Regione ha fatto meglio del Lazio come numero di vaccinati e hanno fatto meglio, come percentuale di 70enni immunizzati con la prima dose, solo la Toscana e il Veneto. Complessivamente la popolazione dei 70enni nel Lazio ammonta a oltre mezzo milione.

Dati governo italiano
in foto: Dati governo italiano

Quali vaccini hanno ricevuto i 70enni nel Lazio

Per la vaccinazione dei 70enni nella regione amministrata da Nicola Zingaretti sono stati somministrati tutti e tre i sieri attualmente disponibili e approvati dall'Ema e dall'Aifa: AstraZeneca, Pfizer e Moderna. Per quanto riguarda la fascia d'età 70-79 anni, come abbiamo scritto ieri, le persone che hanno ricevuto nel Lazio la prima dose del vaccino sono state (dati aggiornati al 9 aprile) 56.903 con AstraZeneca, 90.602 con Pfizer e 9.244 con Moderna per un totale di 156.749 cittadini che, all'8 aprile, sono stati già vaccinati. Complessivamente nel Lazio, per quanto riguarda le prime dosi ricevute, il 61 per cento sono dosi Pfizer, il 5,8 sono dosi Moderna e il 32,4 per cento sono dosi AstraZeneca. La percentuale viene ricalcata quasi perfettamente per quanto riguarda la vaccinazione dei 70enni: il 57,8 con Pfizer, il 5,8 con Moderna e il 46 per cento con AstraZeneca. Gli over 80, invece, hanno ricevuto quasi esclusivamente Pfizer e Moderna.