Una nuova fake news sta circolando sulla piattaforma social Whatsapp. Il messaggio che molti residenti della Regione Lazio stanno ricevendo nelle ultime ore è il seguente: "Scrivi una mail qui dal tuo indirizzo PEC indicando nome cognome ASL di appartenenza codice fiscale prendi come modulo di riferimento la foto che ti invio. Inoltre specifica nel corpo della email che sei disponibile in qualsiasi momento alla vaccinazione su chiamata. Tu che ASL sei nell'indirizzo e mail iniziale devi mettere il numero della tua ASL" Tutto falso. La Asl non ha mai inviato questa comunicazione.

Fake news su Whatsapp, la smentita della Asl Roma 1

Dopo diverse segnalazioni, la stessa Asl Roma 1 ha pubblicato sulla pagina ufficiale di Facebook un post che smentisce quanto riferito nel messaggio. "In un momento così difficile per il nostro Paese creare confusione sulle modalità di accesso alla somministrazione del vaccino è molto grave".  L'azienda sanitaria locale ha immediatamente comunicato quanto accaduto alle autorità competenti e ha invitato tutti gli utenti ha condividere il loro post di Facebook per evitare che la gente possa ingenuamente inviare i propri dati a enti sconosciuti.

Le fake news sulla pandemia

Questa è solo l'ultima di una serie di fake news e bufale che costantemente circolano sulle piattaforme di messaggistica istantanea. Nell'anno della pandemia, non sono pochi i furbetti che si sono approfittati della paura per il Covid, diffondendo notizie false. Una delle ultime, lo scorso mese, riguardava proprio i vaccini: il cosiddetto "fenomeno Ade". Nella catena di messaggi veniva riportata la falsa citazione di un cardiologo sui "rischi" che comporta la somministrazione del vaccino anti-Covid. Anche questa, smentita dalle autorità competenti.